Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha valutato i rischi posti da Kraken, un nuovo virus respiratorio che ha battezzato Omicron sottovariante XBB.1.5. L’ECDC consiglia ai Paesi dell’UE di adottare misure contro la sua diffusione, tra cui le maschere.

Che cos’è Kraken, la nuova sottovariante XBB.1.5 di Omicron

XBB è una sottovariante del ceppo Omicron. XBB si è evoluto da due ceppi precedenti, tra cui uno che porta una mutazione nella sua proteina Spike.

Il virus è apparso per la prima volta negli Stati Uniti d’America nell’ottobre 2022, ma da allora si è diffuso al di fuori dei confini nazionali in altri Paesi, tra cui diversi Stati membri dell’Unione Europea.

Il 12 gennaio 2023, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie l’ha aggiunta all’elenco delle “varianti di interesse”.

Kraken diventerà il ceppo di Covid dominante in Europa

IL’Autorità sanitaria dell’UE ha pubblicato un documento che illustra il pericolo del Kraken sublime, che preoccupa le istituzioni.

Il rischio si attesta tra moderato e alto per i soggetti fragili, come gli anziani, i non vaccinati e immunocompromessi, in base allo stato di immunità contro il Sars-Cov-2.

Tuttavia, XBB.1.5 è una sottovariante insidiosa del virus di cui non si sa ancora tutto: ecco perché le indicazioni potrebbero cambiare nelle prossime settimane.

I modelli matematici mostrano che il kraken diventerà dominante nel Vecchio Mondo entro 1-2 mesi. Questo ceppo di kraken non causa un aumento della gravità della malattia.

Negli Stati Uniti, questa sottovariante di Omicron si sta diffondendo molto più rapidamente di qualsiasi altra, ed è per questo che l’ECDC sottolinea l’importanza di fornire misure per controllare e contenere l’infezione.