Come ormai è noto, eccedere con il sale può causare problemi anche gravi, uno su tutti è l’ipertensione, alla base di infarto ed ictus. Un team di ricercatori nipponici, dell’università di Meiji, Tokyo, ha messo a punto un sistema per ridurre la quantità di sale mentre consumiamo i nostri pasti.

Di cosa si tratta? delle bacchette elettroniche che ingannano il nostro palato per aiutarci a consumare meno sale.

Queste bacchette, simili alle nipponiche tradizionali, ingannano il nostro palato, facendoci percepire il cibo in bocca più salato di quanto lo sia.

Il funzionamento è molto semplice: le bacchette, collegate a un piccolo computer legato polso di chi sta mangiando, attraverso una debole corrente elettrica, amplificano il sapore del sale.

La percezione artificiale è ricreata dagli ioni di sodio generati dal computerino. Test clinici hanno dimostrato che le bacchette migliorano la sapidità delle pietanze di una volta e mezza. Non stupisce che l’invenzione sia stata accolta positivamente e che si sia all’opera per riuscire a commercializzarla dal 2023.

Fonti: The Guardian / Reuters