Non solo carie e gengiviti: secondo alcuni recenti studi, una cattiva igiene orale provoca danni non solo a denti e alla bocca in generale ma può essere anche fonte di alcune tipologie di tumori.

Lo studio pubblicato su BMJ, ha analizzato la salute dentale, i dati demografici, lo stile di vita e la dieta utilizzando questionari di follow-up, oltre a una diagnosi di cancro eventualmente auto-riportata e confermata dopo aver esaminato le cartelle cliniche.

Secondo gli scienziati della T.H.Chan School of Public Health di Boston, la placca che si sedimenta sui denti a causa dello scarso utilizzo di spazzolino e filo interdentale aumenta il rischio di tumori all’esofago e allo stomaco.

Lo studio scientifico ha coinvolto oltre 98mila donne nella ricerca chiamata Nurses’ Health Study, effettuato tra il 1992 e il 2014, e oltre 50mila uomini dello studio chiamato Health Professionals Follow-up Study, condotto tra il 1988 e il 2016.

Secondo i risultati, nei 22-28 anni della ricerca, sono stati rilevati 199 casi di cancro all’esofago e 238 casi di cancro allo stomaco, con un incremento del rischio pari al 43% per il primo e del 52% per il secondo.

“Questi dati evidenziano l’importanza del microbiota orale nell’ambito dei tumori all’esofago e allo stomaco», scrivono gli autori della ricerca. “Ora abbiamo bisogno di ulteriori studi che esplorino il microbiota orale al fine di identificare nello specifico i batteri della bocca responsabili per questa associazione”.