Dieta depurativa per fegato: ecco cosa mangiare

83
Dieta-amica-del-Fegato-ecco-cosa-mangiare

Il fegato è uno degli organi più importanti del nostro organismo, e svolge numerosissime funzioni fondamentali ma se la dieta ha preso una brutta piega è comunque possibile restituire al proprio fegato la salute perduta tramite una dieta depurativa.

Circa il 40% della popolazione italiana soffre di steatosi epatica, comunemente chiamata “fegato grasso”: secondo il professor Pier Luigi Rossi, specialista in scienza dell’alimentazione e medicina preventiva, ripristinare la funzionalità di questa ghiandola fondamentale eliminando lipidi e glicogeno accumulati al suo interno, consente di regolare la secrezione di insulina, responsabile dell’aumento ponderale.

E’ soprattutto la sovrabbondanza di carboidrati ad incrementare l’indice glicemico del sangue: il loro accumulo negli epatociti sotto forma di acidi grassi saturi e glicogeno porta ad un ingrossamento del fegato che, raggiunto il peso di 2 kili, non riesce più a metabolizzare l’insulina prodotta dal pancreas dopo i pasti. La conseguenza più nefasta della steatosi è l’insulino-resistenza, che espone al rischio di insorgenza di diabete mellito di tipo due e causa apatia, stanchezza, calo di memoria ed attenzione e accumulo di adipe a livello addominale.

Alimenti amici del fegato

  • Le fibre limitano l’assorbimento delle sostanze tossiche, facilitandone l’evacuazione con le feci.
  • Le fibre (prebiotici), unitamente allo yogurt ed in modo particolare ai probiotici, migliorano l’efficacia della mucosa intestinale, la quale rappresenta un filtro efficace che, quando funziona bene, risulta permeabile ai nutrienti ma non permette il passaggio delle tossine.
  • Mangiare cibi ricchi di glutatione o che favoriscono la produzione di glutatione: asparagi, anguria e broccoli sono buone fonti di glutatione, così come papaia, amminoacidi solforati e  avocado ne favoriscono la produzione.
  • Cibi amari come tarassaco, carciofo, cardo mariano, senape, lattuga romana e broccoli aiutano nella pulizia del fegato.
  • Bere molta acqua (da 2 a 3 litri al giorno) perché aiuta i reni ad espellere le tossine trattate dal fegato.Il pesce è una buona fonte di Omega-3, che hanno una potente attività antinfiammatoria, e  di selenio, un ottimo antiossidante che aiuta il fegato nei processi di detossificazione.

Quando si cucina, eseguire una cottura scarsa o appena sufficiente, mai esagerata.