La dieta del limone può aiutarti, oltre che a combattere la cellulite, anche a perdere i chili di troppo per ottenere una una pancia piatta, inoltre, La dieta del limone è un regime alimenta che promette una perdita di peso in brevissimo tempo.  Scopriamo in questo articolo come funziona e cosa mangiare.

Il limone è davvero un frutto dalle mille virtù, un agrume in grado di depurare il corpo, di aiutarlo a stare meglio e anche versatile da un punto di vista degli utilizzi.

Se è vero che le diete devono sempre essere prescritte da uno specialista, è anche utile sapere come aggiungere un po’ di limone alla propria alimentazione per sfruttarne tutte le potenzialità. Lo scopo della dieta del limone è quello di degradare ed eliminare le sostanze tossiche nell’organismo, contribuendo anche ad avere la pancia piatta e alla perdita di peso in breve tempo.

Il suo ideatore, Stanley Burroughs, la inventò per cercare di curare alcune patologie dell’apparato digerente e dopo varie sperimentazioni pubblicò un libro a riguardo. Intitolato “The Master Cleanser”, il testo parla soprattutto di un ipotetico successo clinico nel trattamento di un paziente affetto da ulcera gastrica (con alle spalle una storia fallimentare di circa tre anni): “Senza rimedi, il paziente seguì le direttive di Burroughs e in undici giorni guarì totalmente”.

La stessa fonte cita altri casi analoghi, tutti caratterizzati dalla risoluzione del problema. Peraltro, oltre al miglioramento della malattia, Burroughs assicura una riduzione del peso corporeo in eccesso.

Ovviamente, queste dichiarazioni hanno suscitato non pochi dubbi, ma le testimonianze di guarigione sembrano più d’una. Recentemente, Tom Woloshyn ha diffuso un altro libro intitolato “The Master Cleanse Experience”, pubblicato nel 2009 da “Ulisse Press”. Il testo riassume l’esperienza clinica su questo trattamento e, oltre alla remissione delle patologie associata al dimagrimento, cita molti altri benefici, come: miglioramento del sonno, della prospettiva e della lucidità, e remissione da certe dipendenze.

Gli sviluppi scientifici hanno chiaramente identificato i fattori di rischio per l’accumulo di certe scorie, che sono: la dieta scorretta, la sedentarietà, lo stress, l’inquinamento ecc; infatti, la dieta detox del limone funziona sul principio che, per affrontare una qualsiasi malattia, è necessario depurare interamente l’organismo. Ecco perché la Master Cleanse non è finalizzata solo a se stessa, ma rappresenta il primo anello di una lunga catena di abitudini da adottare a tempo indeterminato. Rispettando una dieta sana, svolgendo esercizio fisico regolare e riducendo lo stress generale, sarebbe anche possibile mantenere permanentemente i risultati ottenuti.

La dieta detox del limone è un programma di depurazione che incoraggia l’assunzione di una bevanda composta dai seguenti ingredienti: limoni, sciroppo d’acero puro, pepe di cayenna ed acqua. Il periodo di trattamento dura circa dieci giorni. Per creare questa bevanda, è sufficiente mescolare gli ingredienti nella quantità suggerita da Burroughs e berne circa 6 bicchieri al giorno. In caso di fame, è concesso aumentare la dose fino a 12 bicchieri.

E’ poi consigliabile assumere un lassativo ogni mattina ed ogni sera, in modo da evacuare almeno tre volte al giorno. Questo processo permetterà di rimuovere completamente le tossine accumulate all’interno dell’intestino. La limonata Master Cleanse dev’essere bevuta fresca, senza sottoporla a microonde o ad altre fonti di calore, questo per evitare di ridurre l’efficacia dei principi attivi (vit C, altri antiossidanti ecc).

Secondo l’ideatore, i morsi della fame diminuiranno progressivamente con il passare dei giorni. Interrompere la dieta detox del limone è un processo critico, tanto quanto iniziarla. Il primo giorno bisognerebbe introdurre gradualmente del succo d’arancia, il secondo minestre e brodi, il terzo frutta e verdura. E’ necessario fare molta attenzione a non eccedere o accelerare il ripristino e si raccomanda di bere sempre molta acqua. Al termine, sarà più facile seguire una dieta sana evitando o riducendo gli alimenti di origine animale.

La dieta della pancia piatta in una settimana: – colazione, uno yogurt con frutta fresca e due cucchiai di avena; – spuntino di metà mattina, 8 mandorle e una bevanda a base di limone (per sapere come realizzarla, qui); – pranzo, mix di insalata fresca condita con succo di limone e 2 fette di pane integrale, oppure una zuppa di legumi o di verdure, oppure ancora un’insalata di avocado e gamberetti conditi con succo di limone.

Spuntino di metà pomeriggio, frutta fresca o verdura cruda, oppure 3 biscotti d’avena più la bevanda al limone; – cena, petto di pollo o pesce alla griglia, frittata con verdure bollite, oppure 60 g di pasta integrale con le verdure.

A cena, pesce alla griglia condito con succo di limone e olio extravergine di oliva oppure petto di pollo o una frittata accompagnata da verdure o, pasta integrale alle verdure. Prima di andare a letto, la solita bevanda con limone.

Limonata di mirtilli: un’abbinata perfetta per sgonfiarsi con gusto!

Un ottimo modo per drenare senza rinunciare a un po’ di gusto è accompagnare il limone con un ingrediente più dolce e piacevole, come il mirtillo. Ecco una ricetta perfetta per sgonfiarsi a base di limone e mirtillo!

Preparazione:

  1. Prendete 3 limoni, divideteli a metà e ricavatene il succo con lo spremiagrumi, colate il succo con un colino e tenete da parte.
  2. Mettete 200 g di mirtilli nel frullatore insieme a circa 150 ml di acqua e frullate fino ad ottenere un composto liscio e senza pezzetti. Mettete il succo su un colino e filtratelo accuratamente.
  3. In un pentolino mettete lo zucchero insieme a l’acqua che serve per coprire leggermente lo zucchero, accendete la fiamma al minimo e mescolate finchè lo zucchero non sarà ben sciolto.

Pancia piatta con limone e zenzero

Limone e zenzero, accoppiata vincente: tisane e decotti a base di zenzero e limone sono un grande classico, in cui le proprietà dei due alimenti danno il meglio di sé aumentando le proprie virtù. Lo zenzero, la spezia dal sapore vivace e dalle numerose proprietà curative, è un ottimo ausilio per il sistema immunitario impegnato a combattere i malanni di stagione e potenzia le virtù dimagranti del limone perché non gode solo di proprietà digestive, ma ha anche la capacità di farci sentire sazi e gratificati: energizzante e in grado di attivare il metabolismo, combatte la fame nervosa e favorisce il senso di sazietà.

Le controindicazioni della dieta: ecco cosa devi sapere

La dieta del limone è efficace, certo, e oltre a sgonfiare, drenare, far dimagrire e combattere la cellulite, rigenera e depura l’organismo, ma bisogna fare attenzione alle controindicazioni: è una dieta molto severa, come dicevamo, e non deve andare oltre un mese. Come tutte le diete rigide, non funziona più non appena si smette di seguirla, e si tende a riprendere i chili persi sbilanciando i valori nell’organismo.

È una dieta poco varia, che privilegia solo carni bianche, pesce magro (sempre lessati o alla griglia), frutta e verdura, e può quindi annoiare presto creando stanchezza cronica, bassa concentrazione, malumore. È uno dei tanti motivi per cui va seguita per poco tempo. Ti consigliamo innanzitutto di consultare un esperto nutrizionista o il medico di fiducia se vuoi seguire questa dieta