La dieta della serotonina è un regime alimentare che si propone di prevenire (ma anche contribuire a combattere, a seconda del caso) l’ansia e la depressione.

La serotonina è un neurotrasmettitore che influisce direttamente sull’umore e sull’appetito. Motivo per cui, livelli bassi di serotonina possono portare nel tempo a soffrire di forme d’ansia e di depressione.

Durante il giorno, siamo più o meno tutti in grado di mantenere un’alimentazione sana o seguire una dieta per la perdita di peso.

Tuttavia, alla sera è normale provare un desiderio irrefrenabile di mangiare dolci, ed è molto difficile non cadere in tentazione. Ciò è legato a un calo dei livelli di serotonina.

Se sei gìù di morale perchè non riesci a perdere peso? Ecco come ritrovare la serenità con la dieta della serotonina.

Innanzitutto e bene capire che cos’è la seratonina, questa speciale sostanza chimica che ci rende felici e ci fa stare bene, sprigionando sensazioni positive ed irradiando serenità.

Infatti, bassi livelli di serotonina sono infatti associati a disturbi dell’umore, ad ansia, mancanza di desiderio e sindrome dell’intestino irritabile. Ebbene, per produrla il nostro organismo ha bisogno di triptofano, un amminoacido che viene trasformato dal corpo in serotonina. Un suo deficit può portare a livelli bassi dell’ormone del benessere, facendo precipitare il morale a terra.

Come si può fare dunque per aumentare la serotonina nel nostro organismo per migliorare il nostro benessere in modo naturale? Bisogna premettere che la sintesi della serotonina avviene a partire dall’amminoacido triptofano: i cibi ricchi di questa sostanza, dunque, sarebbero secondo alcuni degli integratori naturali di serotonina.

La serotonina presente nell’organismo si potrebbe quindi aumentare attraverso l’alimentazione. A questo proposito, però, bisogna specificare che l’assunzione di triptofano puro aumenta certamente la produzione di serotonina, ma secondo alcuni questo non è vero per quanto riguarda i cibi che lo contengono, in quanto la presenza di altri amminoacidi ne impedirebbe l’assorbimento a livello cerebrale. Gli studiosi non sono ancora giunti a una conclusione certa.

La dieta per aumentare la serotonina

I cibi giocano un ruolo importante perché il metabolismo degli alimenti che consumiamo, la quantità, la qualità sono legati al rilassamento muscolare e alla produzione di neurotrasmettitori come la serotonina, l’ormone del relax, che favorisce il rilassamento e il sonno. Il precursore della sintesi della serotonina è un amminoacido detto triptofano. Il triptofano è un amminoacido essenziale che non viene elaborato dall’organismo ma introdotto attraverso la dieta. Viene dunque da se che il consumo di cibi contenti triptofano sono particolarmente indicati per dormire bene e svegliarci in forma, in quanto aumentano il livelli di serotonina.  

Gli alimenti con un buon apporto di triptofano sono:

  • Latte
  • Semi di sesamo
  • Semi di girasole
  • Spirulina essiccata
  • Soia cruda
  • Parmigiano Reggiano
  • Avena
  • Uova

Assumere questi alimenti insieme a carboidrati come pane e pasta può favorire l’assorbimento del triptofano a livello cerebrale.

Altri cibi che possono favorire il corretto riposo sono:

  • Avena
  • Frutta
  • Piante aromatiche (basilico, origano, maggiorana)
  • Lattuga
  • Cavolo,
  • Tisane a base di camomilla, melissa, malva e biancospino

Ci sono poi micronutrienti da tenere in considerazione per dormire sonni tranquilli sono le vitamine del gruppo B, B1, B6 e B7 in particolare. La prima, la tiamina, è contenuta nei cereali e nel lievito; la vitamina B6 invece, nei cereali integrali, nelle verdure a foglia verde come cicoria e cima di rapa, nel salmone, nel merluzzo e anche nel cioccolato. Ricchi di vitamina B7 sono carne, tuorlo d’uovo e noci. Il nostro consiglio è di consumare questi alimenti soprattutto a cena, preferendo una preparazione senza eccessi di salse e condimenti.

Come aumentare i livelli di serotonina in modo naturale?

Per dare un contributo alla dieta della serotonina, è possibile eseguire alcune pratiche che aumentano i livelli di questo elemento in modo naturale.

Ad esempio, la semplice respirazione addominale o diaframmatica è in grado di produrre cambiamenti nel cervello, dato che favorisce la secrezione di alcuni ormoni come la serotonina e le endorfine. In più, migliora la sincronizzazione dei ritmi tra i due emisferi cerebrali.

D’altro canto, si può anche praticare esercizio ad alta intensità per almeno 15 minuti al giorno, contribuendo ad aumentare i livelli di serotonina. Oppure esercizi di rilassamento, come lo yoga, che favorisce la respirazione addominale di cui sopra.

Stare all’aperto e prendere il sole favorisce altrettanto l’aumento dei livelli di serotonina. Il sole è essenziale affinché il nostro corpo secerna questa sostanza. Pertanto, in inverno, cercate di non indossare occhiali da sole, affinché gli occhi assorbano più luce solare e cercate di prendere il sole ogni giorno, almeno per 15 minuti. In questo modo potremmo prenderci cura della nostra salute a prescindere dalla dieta della serotonina.

Infine, provate a dormire per almeno sette – otto ore continue a notte. Cercate di rilassarvi prima di dormire, poiché ciò fa sì che serotonina e melatonina rimangano ai livelli ottimali.

Quando non si dorme a sufficienza, si ha un alterazione dei livelli di questi ormoni e un considerevole aumento dell’appetito. Pertanto, non bisogna solo mangiare bene, ma anche dormire bene.