Durante il mese di settembre si inizia a fare scorta di quei nutrienti (vitamine, minerali, oligoelementi, proteine) che serviranno a potenziare le cellule del fegato, l’organo che più di tutti coordina il metabolismo. È soprattutto in prossimità del cambio di stagione che l’organismo richiede un sostegno specifico sia per eliminare le scorie e le tossine accumulate durante le vacanze estive, sia per affrontare al meglio il cambio di ritmo imposto dalla ripresa post-vacanziera. Ecco un menu ricco di alimenti depurativi da seguire 1-2 giorni alla settimana durante il mese di settembre. Questi cibi con le loro proprietà sono in grado di favorire la regolare attività intestinale e renale, eliminando gli accumuli tossici e acidi dei mesi estivi. Faremo il carico di energia e ridurremo le infiammazioni.

Programma detox

Diluire 60 gocce di cardo mariano in tintura madre in 2 litri di acqua e bere durante tutta la giornata.

Colazione

Appena svegli, a digiuno, bere un bicchiere di acqua con cardo mariano in tintura madre

  • 1 tazza di the verde non dolcificato
  • 2 fette di pane di segale con un velo di composta biologica senza zucchero
  • 1 yogurt di soia

Spuntino

Un bicchiere di succo di mirtilli bio

Pranzo

  • 70g di riso integrale con 30 g di lenticchie rosse secche e un pizzico di curcuma (per evitare problemi di gonfiore ricorda di praticare sempre “l’ammollo dei legumi” e una volta cotti di passare le lenticchie nel passaverdure)
  • Insalata di tarassaco condita con 1 cucchiaino di olio extravergine d’oliva, succo di limone e spezie
  • 150-200 g di nasello cotto al forno condito con pomodoro, prezzemolo e 2-3 olive nere taggiasche
  • 150 g di cuori di carciofi al vapore conditi con 2 cucchiaini di olio extravergine d’oliva e succo di limone
  • 1 fetta di pane integrale

Merenda

Centrifugato di mela, pera, finocchio, zenzero e menta

Cena

  • 150-200 g di nasello cotto al forno condito con pomodoro, prezzemolo e 2-3 olive nere taggiasche
  • 150 g di cuori di carciofi al vapore conditi con 2 cucchiaini di olio extravergine d’oliva e succo di limone
  • 1 fetta di pane integrale

Dopo cena

Tisana depurativa a base di tarassaco, carciofo e malva.

Dieta di settembre, ecco come ritrovare la concentrazione e perdete i chili in eccesso

Per il dott. Corrado Pierantoni, medico specialista in endocrinologia e malattie del ricambio e nutrizionista clinico a Lanciano (Ch),

alleato del peso forma è senza dubbio il triptofano, un aminoacido in grado di stimolare la produzione di serotonina, come noto, ormone del benessere.

Il triptofano si trova in diversi alimenti: dal pollo ai cereali integrali, dal latte agli spinaci, sino al cioccolato fondente. Questo, ricchissimo di flavonoidi, è un potente antiossidante, che preserva la memoria e ne rallenta il processo d’invecchiamento. Insomma, l’ideale per uno snack, a patto che sia fondente almeno all’80%.

Per favorire, invece, un buon sonno, il nutrizionista raccomanda di consumare pasta o cereali a cena. Che dire dei broccoli? La loro azione antitumorale è risaputa, pochi sanno però che sono ricchi di vitamina K e, come le uova, di colina, nutriente utile per preservare la concentrazione e più in generale la salute del cervello. Alleato dell’organo principale del sistema nervoso centrale anche il pesce azzurro, ricco di omega 3, secondo diversi studi, direttamente collegati all’aumento delle capacità cognitive.

Altri cibi perfetti per la “dieta di settembre” sono l’avocado, pieno di omega 3 e di vitamina K, e i mirtilli, un concentrato di fibre e di vitamina C, preziosa per la circolazione. Sì anche al pomodoro, ricco di licopene e, secondo una ricerca del 2011 capace di migliorare, proprio come il sedano, la memoria nel breve e medio periodo.

Regole alimentari per un piano settimanale tipo? Appena svegli, bevete un bicchiere d’acqua con spremuto dentro un limone. A pranzo e a cena, consumate almeno una porzione di verdura. Voglia di dolce? Concedetevi come coccola 20 g di cioccolato fondente, preferibilmente nel pomeriggio.