Foto di Jill Wellington da Pixabay

Benché quello che ci attende sarà certamente diverso da tutti gli altri, maggio è solitamente un mese in cui molti riconsiderano la propria dieta. Non sappiamo se e come potremo andare al mare, ma anche in lockdown la tentazione di ricorrere a diete alla moda o fai da te è sempre forte, soprattutto perché con la prolungata inattività i chili di troppo rischiano di accumularsi.

Nel mese di maggio la natura ci regala una serie di vegetali preziosi per far rifiorire anche il nostro corpo, depurandolo profondamente: le verdure verdi tipiche di questo periodo sono un vero e proprio toccasana.

Tarassaco, carciofi, bietole, borragine, spinaci, taccole, zucchine e relativi fiori, valeriana e lattughino, insieme a piselli ed agretti favoriscono il drenaggio e, grazie alla presenza di flavonoidi come quercitina e rutina, ripuliscono l’organismo e inibiscono l’aggregazione delle piastrine nel sangue, evitando la formazione di trombi.

Vitamine e fibre, inoltre, proteggono le cellule dai radicali liberi, abbassano l’indice glicemico e favoriscono il calo di peso: è bene consumare questi vegetali soprattutto crudi, per beneficiare appieno dell’azione epatoprotettiva di sostanze come la cinarina del carciofo, che viene annientata dalla cottura. Per fare il pieno di Vitamina C, via libera alle fragole che, oltre ad essere squisite, hanno un effetto drenante e detossinante sui reni.

Il ferro di cui sono ricche, inoltre, dona una vera e propria sferzata d’energia che rimedia alla stanchezza tipica della primavera. Fondamentale la costante idratazione, soprattutto con l’arrivo dei primi caldi: bisogna bere almeno due litri d’acqua ogni giorno ed aggiungere qualche tazza di thè verde, per incrementare il processo di depurazione della dieta, mentre vanno banditi il più possibile alcolici e superalcolici.

Per ritrovare la forma fisica non è necessario privarsi dei carboidrati, ma vanno preferiti quelli integrali che, grazie all’alto contenuto di fibre, accelerano il transito intestinale e ci fanno sentire sazi più facilmente: mangiare riso integrale a pranzo garantisce il giusto apporto di vitamina E contenuta nel suo germe e permette di avvalersi di un’importante azione antiossidante e depurativa a fronte di un indice glicemico inferiore rispetto alla pasta.

Dieta disintossicante per l’intestino

Sì, esiste una dieta disintossicante anche per l’intestino. Insieme al fegato e ai reni, infatti, è uno degli organi che più accumulano scorie e deve quindi essere disintossicato anche lui.

n generale, osservate queste linee-guida:

  • Preferite verdura cruda, frutta con la buccia e cereali integrali, tutti alleati dell’equilibrio intestinale. Puntate su fibre solubili (crusca d’avena e orzo) più tollerabili e morbide. Vengono trasformate in una sorta di gel durante la digestione. Le fibre insolubili hanno lo svantaggio di essere irritanti e di accentuare la diarrea. Più consumate fibre, più dovete bere, almeno 1,5 litri d’acqua al giorno, in modo che le fibre possano gonfiarsi e agire nell’intestino. La crusca, anche se migliora la motilità intestinale, può essere irritante per le mucose, se consumata in eccesso.
  • Accompagnate i vostri piatti con un contorno di verdure cotte, sono un’ottima fonte di fibre alimentari e minerali. Affidatevi alle fibre solubili, che hanno un effetto calmante sull’apparato digerente. Ecco gli ortaggi ne contengono molte: carote, patate senza buccia, zucche, zucchine, asparagi, pompelmi, fragole, pesche, arance, albicocche. In caso di intestino irritabile, meglio aggiungere un amidaceo ad un’insalata di verdure crude, per aumentarne la tolleranza.
  • Mangiate cibi contenenti acidi grassi. Gli omega 3 e 6 contenuti nell’avocado, nell’olio d’oliva, nei semi oleosi e nel pesce hanno il merito di purificare l’intestino, lubrificarlo e nutrirlo, trasformando la fibra insolubile in fibra digeribile.
  • Ridurre l’assunzione di proteine animali, latte e prodotti lattiero-caseari per almeno un mese e poi gradualmente reintrodurli nella dieta.
  • Bere succhi di frutta (meglio se di mela, uva, pera, pera, pera, kiwi, melone) al posto del caffè, e bandire le bevande gassate, il cioccolato ed il cacao, che fanno male al vostro intestino.

Ricetta di succo di frutta per disintossicare il colon

Ecco una bevanda che si può assumere a stomaco vuoto per purificare il corpo e pulire il colon.
Vi servono:

  • 6 fragole
  • 2 fette di ananas
  • mazzetto di prezzemolo fresco

Preparazione. Pulite e tagliate a pezzi la frutta e il pezzemolo. Frullate tutti gli ingredienti con un po’ d’acqua e bevete a stomaco vuoto al mattino.