La dieta Mayo (e non dieta Maya attenzione) è un particolare regime alimentare divenuto famoso negli anni ’80 e prevede un consumo giornaliero di 1.000 calorie.

Questa dieta viene attribuita a un centro con sede a New York che si occupa di alimentazione, la Mayo Clinic, ma in realtà non ha nulla a che vedere con questa clinica.

Se la dieta della Clinica Mayo o dieta Mayo Clinic è uno schema alimentare piramidale elaborato da un’organizzazione che si occupa di ricerca medica, la dieta Mayo è un modello squilibrato a base di uova e pompelmo.

La dieta dura solo 15 giorni perché è molto restrittiva, ma permette di dimagrire velocemente e di diversi chili. Va però fatta solo se si è in perfetta salute e non si hanno problemi fisici. Dopo il sacrificio iniziale ci sono due giorni liberi in cui si può mangiare tutto ciò che si vuole.

Se resistete e in 15 giorni non cadete in tentazione potete perdere anche sette chili in sole due settimane. Eliminando zuccheri e carboidrati infatti il grasso si brucia molto più in fretta e si dimagrisce velocemente di molti chili.

Dieta Mayo, scopriamo di cosa si tratta

La dieta Mayo originale prevede alcune regole che devono essere rigidamente seguite. Scopriamo di cosa si tratta!

Per prima cosa vanno aboliti tutti i latticini, compreso lo yogurt e il latte a colazione. Sono vietati anche i carboidrati e i cereali, potete mangiare solo una fetta di pane integrale al giorno. Da eliminare anche tutti i dolci e gli zuccheri in generale, fra questi anche la frutta (l’unica consentita è il pompelmo).

La dieta vieta anche il consumo di patate e legumi, mentre le uniche verdure concesse sono i pomodori, gli spinaci, l’insalata e i cetrioli.  Non si prevedono spuntini a metà mattina né merende, ma solo pasti principali.

I pasti prevedono il consumo di carne e pesce magri, che devono essere cotti al vapore oppure alla griglia. Il caffè e il thè sono invece liberi. Infine l’alimento principe di questa dieta è l’uovo che deve essere consumato tutti i giorni.

In due settimane dovrete fare 11 pasti a base di uova, 10 pasti a base di carne, 3 pasti a base di pesce, 2 pasti a base di frutta, 1 solo pasto a base di yogurt.

Dieta Mayo: Menu settimanale

Per capire meglio la dieta Mayo e qual è il suo schema settimanale possiamo dare uno sguardo al seguente esempio esemplificativo:

  • Colazione: un pompelmo, 2 uova sode, 1 fetta di pane integrale, caffè oppure tè senza zucchero.
  • Pranzo: 2 uova sode oppure cotte in padella senza grassi. In alternativa si possono mangiare 100 grammi di carne magra cotta ai ferri, pomodori, sedano, spinaci, cetrioli e insalata nella quantità che si desidera, un pompelmo, del caffè o del thè senza zucchero.
  • Cena: due uova sode o cotte in padella senza grassi aggiunti e le verdure che sono concesse dalla dieta nella quantità che si desidera.

il metodo Mayo non fornisce consigli né propone un programma di mantenimento per il dopo-dieta, spetterà a voi, e solo a voi, predisporre un piano alimentare equilibrato che vi consenta di conservare il peso raggiunto.

Nonostante tutto, la dieta Mayo continua a godere di grande popolarità, forse in ragione del fatto che molte star americane del cinema e della televisione continuano a seguirla e a vantarne i meriti.