Diete troppo restrittive? Meglio evitarle

83

Per eliminare i chili in eccesso non è necessario pensare a una dieta ipocalorica e punitiva da seguire per tutta la vita. Anzi! Adottare un’alimentazione simile per lungo tempo è una cattiva abitudine ingrassante, così come fare digiuni improvvisati, saltare i pasti, eliminare alcune categorie di alimenti (come pasta, pane, riso e simili, ritenuti a torto un pericolo per la linea) e privilegiarne altri (come accade nelle diete iperproteiche che portano, una volta abbandonate, a riprendere molti più chili di quelli perduti…).

Le cinque regole pratiche per dimagrire

A questo punto vi state chiedendo come fare per perdere i chili accumulati nel tempo e così poco gradevoli a vedersi, se non addirittura pericolosi per la salute. La risposta è semplice. Occorre prima di tutto riequilibrare la propria dieta quotidiana seguendo cinque regole precise.

1. I pasti dovrebbero essere cinque al giorno, partendo da una colazione abbondante entro un’ora dal risveglio (in questo modo si stimola il metabolismo a bruciare di più e lo si mantiene più attivo per tutto il corso della giornata).

2. A seguire, il primo spuntino di metà mattina, con un frutto di stagione e qualche mandorla, noce o nocciolina (ma anche semi di girasole o zucca), oppure basta uno yogurt magro al naturale, anche di soia se si è intolleranti ai prodotti che derivano dal latte vaccino.

3. Dopo lo spuntino ci sarà il pranzo, costituito da un alimento fonte importante di carboidrati (come pasta, riso, pane oppure patate), da un cibo proteico (come carni, pesce, legumi, tofu ecc.) e da tante verdure.

4. Per la merenda di metà pomeriggio, lo schema da seguire è lo stesso del break di metà mattina.

5. La cena invece rispecchierà le indicazioni del pranzo: basta ridurre del 10-15% i carboidrati e aumentare del 20-25% le proteine.

L’effetto delle diete troppo restrittive

Osservare a lungo termine una dieta molto restrittiva porterà ad ottenere, nella maggior parte dei casi, l’effetto contrario a quello desiderato, provocando un aumento di peso a causa dell’alimentazione sregolata. Quando invece si riesce a perdere peso con questo metodo in realtà stiamo perdendo massa muscolare e non le riserve di grasso.

Perdita di Massa Magra con le diete troppo restrittive

Questo avviene poiché il nostro organismo non ha a disposizione le giuste calorie da bruciare, tendendo così a preservare le riserve di grasso per poterle ri-utilizzare in seguito. Inoltre, durante questa fase il nostro metabolismo rallenta adeguandosi alle ridotte calorie introdotte nel corpo, abbassando così anche il consumo calorico giornaliero. Questo comporterà una ripresa rapida dei Kg persi in precedenza e l’eventuale aggiunta di peso in più.

Va infine ricordato che per “dieta” dovremmo intendere una corretta alimentazione, priva di troppi eccessi e in grado di apportare tutti i macro – e micronutrienti necessari per il nostro organismo e per la nostra salute. Spesso l’eccesso di peso è si dovuto ad un eccessivo introito di calorie, soprattutto da cibi grassi, eccessi di zuccheri semplici, ecc. ma anche da una alimentazione qualitativamente scorretta che porta il nostro organismo a funzionare male accumulando grasso, soprattutto addominale, ed instaurando un circolo vizioso che ci porterà negli anni ad aumentare sempre più di peso.