Dimagrire in modo equilibrato, concedendo al corpo il tempo necessario e senza seguire regimi alimentari drastici che danno solo l’illusione di poter perdere massa grassa in modo veloce: cibo sano con tutti i macronutrienti indispensabili, ma meno calorie, esercizio fisico adeguato e rimedi fitoterapici in grado di accelerare il metabolismo, ridurre il senso di fame e bilanciare l’assetto ormonale sono i capisaldi per ottenere risultati soddisfacenti e duraturi.

Gli esperti di nutrizione hanno individuato diversi elementi in grado di favorire un graduale ed efficace calo ponderale: i semi di psillio e il konjak, ad esempio, contrastano la fame nervosa grazie al potere saziante di glucomannano e mucillagini, così come la gomma di Guar, ricavata dai frutti di Cyamopsis tetragonolobus, e particolarmente ricca di fibre solubili viscose e polisaccaridi.

A dispetto del suo nome, l’alcaloide della caffeina si trova anche in piante diverse dal caffè, come guaranà, mate e il cosiddetto caffè verde: da solo o in combinazione con altre sostanze, è contenuto in molti integratori alimentari. Per favorire la termogenesi dei grassi ed il dispendio energetico, invece, si possono introdurre i principi attivi presenti nei frutti acerbi dell’arancio amaro, oppure in zenzero, menta e peperoncino.

Zenzero: ti fa dimagrire e migliora la digestione

Lo zenzero gode di molta fama da alcuni anni a questa parte. E non a torto: è ricchissimo di virtù antinfiammatorie e, secondo una ricerca condotta dall’Institute of Human Nutrition della Columbia University, aiuta anche a perdere peso. Potenzia il lavoro di smaltimento delle tossine, migliora la digestione e, in più, diminuisce lo stimolo della fame. Insomma, una vera e propria panacea per le persone che cercano di perdere peso.

Leggi anche: Dimagrire con lo zenzero

La pilosella elimina anche la cellulite

È uno dei rimedi più validi per contrastare la ritenzione idrica e la cellulite. Inoltre, è considerato un potente agente antinfettivo delle vie urinarie. L’assunzione di pilosella – specie se abbinata a un massaggio – favorisce il drenaggio del sistema linfatico conferendo un aspetto più snello e una sensazione di leggerezza, specie agli arti inferiori. Inoltre, l’acido clorogenico in essa contenuto sembra favorire l’utilizzo dei grassi di riserva allo scopo di produrre energia. Infine, è anche una nemica dell’ipertensione grazie all’inibizione dell’angiotensina che aumenta la pressione arteriosa.

Glucomannano, per dire addio alla fame

Il glucomannano non è una vera e propria erba, bensì una fibra solubile ricavata da una pianta originaria del Giappone: il Konjac. Numerosi studi condotti sul glucomannano suggeriscono che può ridurre notevolmente l’appetito. Ma non solo. È anche un potente agente di riduzione del colesterolo e dei trigliceridi. Alcune persone potrebbero tuttavia non tollerare le fibre di tale alimento. In questo caso può essere sostituito altrettanto bene con i semi di psillo, dalle analoghe virtù.

s edibile come la caralluma fimbriata, tipica delle zone tropicali o di quercia marina e dell’alga fucus vesiculosus, che grazie al suo contenuto di iodio agisce positivamente sul corretto funzionamento della tiroide.

La scorza del frutto della garcinia cambogia, infine, è particolarmente ricca di acido idrossicitrico, utile per limitare la sintesi degli acidi grassi che incidono specificamente sull’aumento del peso corporeo.