Con il caldo estivo si è spesso portati a vivere o frequentare ambienti rinfrescati da aria condizionata. Se da un lato si avverte sollievo, però, dall’altro potrebbero insorgere disturbi e malesseri legati sia agli sbalzi termici, che alla cattiva manutenzione dell’impianto di condizionamento.

I disturbi più comuni causati dall’aria condizionata per via dei bruschi passaggi dall’esterno, dove afa e umidità colpiscono maggiormente, all’interno di ambienti freddi sono di vario genere, dal mal di gola alla bronchitemal di testacongiuntivitetorcicollo o coliche addominali. 

Aria Condizionata: Consigli

Alcune semplici accortezze nell’utilizzo dell’aria condizionata e del condizionatore stesso:

  • Utilizzare la funzione deumidificatore, anziché il condizionatore. Il sollievo sarà comunque avvertito, ma i rischi per la salute più limitati rispetto all’aria condizionata. 
  • Effettuare una regolare pulizia dei filtri per eliminare batteri e microrganismi che proliferano a condizionatore spento.
  • Regolare la temperatura riducendo lo sbalzo termico. La temperatura ideale negli ambienti esterni, quando all’esterno ci sono temperature roventi, non dovebbe mai scendere sotto i 25°C. La differenza tra interno ed esterno, in generale, non deve mai essere superiore ai 5-6 grafi. 
  • Evitare di entrare sudati in un luogo climatizzato. Sembrare di avvertire refrigerio e sollievo ma il sudore non evapora, ma rimane sulla pelle asciugandosi al freddo, cosa che provoca raffreddore e influenza.
  • Non esporsi direttamente al getto di aria fredda quando si è, ad esempio, alla scrivania a cui si lavora. 
  • Quando si viaggia in treno, aereo o mezzi di trasporto in cui l’aria condizionata è particolarmente elevata, coprire la zona del collo, della gola e della schiena.

Rimedi contro i disturbi da aria condizionata

La prima cosa da fare è cercare di proteggersi dagli sbalzi termici. Controllare la temperatura del condizionatore e regolarla in modo che sia gradevole ma non eccessivamente bassa (non inferiore a 24°); indossare un maglione di cotone o un foulard leggero quando si sta per varcare la soglia di un ambiente refrigerato (nehozi, uffici pubblici, supermercati, sono un esempio).

Quando invece si sta per scendere dall’auto dove si è viaggiato con l’aria condizionata in funzione, è bene spegnere l’aria prima di uscire dall’ abitacolo e attendere qualche minuto per consentire al proprio corpo di abituarsi alla temperatura esterna.