Draghi licenzia Arcuri, arriva il generale Figliuolo nuovo commissario anti Covid

32
Il generale Francesco Paolo Figliuolo davanti alla Caserma Garibaldi di Corso Quattro Novembre,  17 maggio 2010, Torino. TONINO DI MARCO

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha nominato il Generale di Corpo d’Armata, Francesco Paolo Figliuolo, nuovo Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19. A Domenico Arcuri i ringraziamenti del governo per l’impegno e lo spirito di dedizione con cui ha svolto il compito a lui affidato in un momento di particolare emergenza per il Paese. Lo si legge in una nota di Palazzo Chigi.

Chi è Francesco Paolo Figliuolo, nuovo commissario per il Covid al posto di Arcuri

Francesco Paolo Figliuolo è un Generale di Corpo d’Armata. Nato e cresciuto a Potenza nel 1961, ha maturato esperienze e ricoperto molteplici incarichi nella Forza Armata dell’Esercito, interforze e internazionale. Ha ricoperto l’incarico di Capo Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore della Difesa, dal 7 novembre 2018 è Comandante Logistico dell’Esercito.

In ambito internazionale ha maturato esperienza come Comandante del Contingente nazionale in Afghanistan, nell’ambito dell’operazione Isaf e come Comandante delle Forze Nato in Kosovo (settembre 2014 – agosto 2015).

È stato insignito di numerose onorificenze: tra le più significative la Decorazione di Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia, la Croce d’Oro ed una Croce d’Argento al Merito dell’Esercito e Nato Meritorius Service Medal.

Chi è Francesco Paolo Figliuolo, nuovo commissario per il Covid: la famiglia e le tre lauree

Vive a Torino con la moglie Enza ed ha due figli, Salvatore e Federico. Appassionato di lettura e sport, pratica nuoto e sci di cui è istruttore militare.

Dopo l’accademia militare ha conseguito tre lauree:

  • Scienze politiche (Università di Salerno);
  • Scienze strategiche e master di 2° livello (Università di Torino);
  • Scienze internazionali e diplomatiche (Università di Trieste).