È morto Franco Battiato. Cantautore, compositore, musicista, regista e pittore, aveva da poco compiuto 76 anni. È lutto nel mondo della musica per la morte del Maestro Franco Battiato, all’anagrafe Francesco Battiato: cantautore, compositore, musicista, regista e pittore italiano. Nato il 23 marzo 1945 a Riposto, allora Ionia, in provincia di Catania.

Tra i primi a ricordarlo c’è Antonio Spataro, direttore della Civiltà Cattolica che ha postato un tweet in cui cita La cura, uno dei pezzi più noti del Maestro siciliano: “‘E guarirai da tutte le malattie Perché sei un essere speciale Ed io, avrò cura di te’. Ciao, Franco #Battiato. Il cantante era malato da tempo e da anni, ormai, aveva centellinato le sue presenze pubbliche, ritirandosi a vita privata nella sua casa di Milo.

Dal rock progressivo e all’avanguardia alla musica leggera, approfondendo anche la canzone d’autore. E ancora la musica etnica, quella elettronica e l’opera lirica. Tanti gli stili che hanno caratterizzato la “vita musicale” di Battiato.

Ma non solo musica, Franco si è cimentato anche nella pittura e nel cinema. Non è un caso se è stato uno tra gli artisti con il maggior numero di riconoscimenti da parte del Club Tenco, con tre Targhe e un Premio Tenco.

In 50 anni Franco Battiato ha costruito un percorso unico nel panorama italiano, fino a diventare assessore alla Cultura alla Regione Sicilia con la giunta Crocetta, dal novembre 2013 al marzo 2014. Esperienza finita in modo burrascoso.

Non ha mai nascosto le sue simpatie per la sinistra e con ‘Povera patria‘ ha firmato uno dei più intensi ritratti del degrado del nostro Paese. Alcuni dei suoi brani sono entrati nella storia dell’Italia, come ‘La Cura’.

Altri sono stato frutto di ricerca e sperimentazione (come gli album ‘Fetus’ e ‘Pollution’, che hanno fatto scoprire agli italiani le risorse della musica elettronica e le concezioni più avanzate del rock).

Praticava quotidianamente la meditazione, era un cultore di musica classica e sinfonica. La lista delle sue collaborazioni va da Claudio Baglioni ai CSI, da Enzo Avitabile a Pino Daniele, dai Bluvertigo a Tiziano Ferro, Celentano, Subsonica, Marta sui Tubi, senza contare il decisivo ruolo svolto nelle carriere di Alice e Giuni Russo.