Le feste di Natale e quelle di Capodanno sono amiche della tradizione e della convivialità ma sono assolutamente nemiche della linea. Non è infatti pensabile rimanere a dieta anche durante le cene di Natale, di Capodanno e della Befana.

Tra pranzi, cene e spropositi a tavola, si sta praticamente sempre a mangiare. Vi siete però chiesti quante ore di camminata ci vogliono per smaltire le calorie accumulate durante il pranzo di Natale o il cenone dell’ultimo dell’anno? Abbiamo trovato uno studio che lo rivela con una certa precisione.

I ricercatori dell’università di Loughbourough, nel Regno Unito, hanno calcolato quante calorie si assumono per un solo pranzo delle feste, quanto si ingrassa e quanto ci vuole per bruciarle in termini di tempo.

Secondo una stima della British Dietetic Association, in media il solo giorno di Natale si assumono ben 6 mila calorie, per un impatto sul peso corporeo di un adulto di circa un chilo. Quantità molto alte, sicuramente, che per essere smaltite hanno bisogno di un esercizio fisico non indifferente.

Per smaltire i postumi di un pranzo pesante come quello di Natale, come il cenone della Vigilia o il veglione di Capodanno, dunque, ci sarebbe bisogno almeno di 12 ore di camminata veloce.

Calcolando una media di 6-7 km all’ora, dunque, possiamo stabilire che bisognerebbe camminare per una cifra compresa tra i 72 e gli 84 chilometri! L’alternativa è fare jogging, ovvero correre per circa cinque o sei ore. Questo per un solo giorno e per una media calorie come quella indicata. I numeri ovviamente salgono con il prolungarsi dei giorni e del cibo ingerito!