Obiettivo Terra 2019, al via la 10a edizione del concorso dedicato alle bellezze dei Parchi e delle Aree Marine Protette d’Italia

Al via dal 21 dicembre 2018 “Obiettivo Terra” 2019, la nuova edizione del concorso di fotografica geografico-ambientale promosso da Fondazione UniVerde e Società Geografica Italiana Onlus, dedicato alla valorizzazione e alla promozione del patrimonio ambientale, del paesaggio, dei borghi, delle peculiarità e delle tradizioni enogastronomiche, agricole, artigianali, storico-culturali e sociali dei Parchi Nazionali, Regionali, Interregionali e dalle Aree Marine Protette d’Italia e permettere la diffusione di un modello di turismo ecosostenibile e responsabile. La cerimonia di premiazione del contest nazionale si terrà il 19 aprile 2019 per celebrare la 49a Giornata Mondiale della Terra (22 aprile).

La decima edizione di “Obiettivo Terra”, promossa con la main partnership di Cobat è stata lanciata ieri nel corso dell’incontro “I Patrimoni dell’Umanità italiani. Le eccellenze d’Italia dalla natura al cibo” che si è svolto a Roma presso Rossopomodoro in Largo Torre Argentina. In occasione dell’evento, sono stati presentati la nuova veste grafica della piattaforma collegata al concorso, realizzata da Bluarancio (partner tecnico) e il calendario 2019 dedicato al contest (con le foto vincitrici dell’edizione 2018. Nel corso dell’incontro, è stato inoltre festeggiato il primo anniversario dell’iscrizione de “L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano” nella Lista rappresentativa del Patrimonio culturale immateriale dell’Umanità – UNESCO.

All’evento, sono intervenuti: Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente Fondazione UniVerde), Giancarlo Morandi (Presidente COBAT), Jimmy Ghione (Inviato di Striscia La Notizia e testimonial della campagna #pizzaUnesco) con la partecipazione di Anna La Rosa (giornalista), Dario Tamburrano (Coordinatore Commissione ITRE – Parlamento Europeo), Rosalba Giugni (Presidente Marevivo), Giuseppe Gisotti (Presidente Onorario Sigea) e della Gen. Cinzia Gagliardi (Comandante Regione Carabinieri Forestale “Lazio”).

Si rinnova anche per il 2019, dopo il successo delle scorse edizioni, l’appuntamento annuale con la natura dedicato ai fotoamatori, chiamati a immortalare i patrimoni paesaggistici, faunistici e le ricchezze della penisola. Obiettivo del concorso è di aprire gli occhi alle bellezze che la biodiversità ci offre e soprattutto di sostenere il lavoro dei Parchi e delle Aree Marine Protette nel loro impegno quotidiano di tutela dei nostri gioielli ambientali.

Il contest. È aperto a tutti i cittadini, italiani e stranieri, residenti o domiciliati in Italia che abbiano compiuto i 18 anni di età entro il 21 marzo 2019. Dal 21 dicembre 2018 al 21 marzo 2019, i partecipanti al concorso possono inviare un’immagine scattata in un Parco Nazionale, Regionale, Interregionale o in un’Area Marina Protetta. La partecipazione è totalmente gratuita, basterà registrarsi sul portale www.obiettivoterra.eu e caricare una fotografia a colori, secondo le caratteristiche tecniche previste dal regolamento del concorso. È ammessa la candidatura di una sola foto per partecipante. Al vincitore di “Obiettivo Terra” 2019, oltre al primo premio di € 1.000 (euro mille) e all’onore di veder esposta al pubblico la gigantografia della propria foto, in una delle piazze centrali di Roma, sarà donata una targa ricordo dai soggetti promotori.

Menzioni e Menzioni Speciali. Tra le foto candidate, saranno selezionate anche le vincitrici delle Menzioni per ognuna delle seguenti categorie: Alberi e foreste; Animali; Area costiera; Fiumi e laghi; Paesaggio agricolo; Turismo sostenibile. Per questa edizione sono state istituite anche le Menzioni speciali: Borghi (alla più bella foto di un borgo all’interno di un parco italiano, in collaborazione con l’Associazione “I borghi più belli d’Italia”); Earth Day (allo scatto che meglio rappresenti l’accessibilità e la fruibilità per le persone con disabilità e a ridotta mobilità in un parco, in collaborazione con FIABA Onlus); Matera: Capitale europea della Cultura 2019 (un premio alla più bella foto del Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano per celebrare Matera, Capitale europea della Cultura 2019); Obiettivo Mare (alla migliore foto subacquea scattata in un’Area Marina Protetta, in collaborazione con Marevivo); Patrimonio geologico (un premio in collaborazione con la Società Italiana di Geologia Ambientale – SIGEA alla foto che meglio rappresenti il patrimonio e il paesaggio geologico: le opere potranno rappresentare il paesaggio geologico, i siti a valenza geologica dove gli elementi geologici o i singoli affioramenti hanno sviluppato forme di qualsiasi tipo o genere; possono essere candidate anche immagini di opere antropiche che si integrano nel contesto geologico o geomorfologico).

Sono inoltre istituiti i seguenti premi speciali, alle Aree Protette che si siano maggiormente distinte nel favorire la transizione alla mobilità elettrica e sostenibile (in collaborazione con COBAT) e l’accessibilità e la fruibilità per le persone con disabilità e a ridotta mobilità (in collaborazione con FIABA Onlus).



Altre Notizie