L’arrivo del 2023, come quello di ogni nuovo anno, ha portato con sé un aumento del peso corporeo dovuto al numero e alla varietà dei pasti consumati durante le feste.

Se anche voi, come molti altri, vi siete prefissati di perdere peso come uno dei principali obiettivi per il 2023, ecco alcuni semplici consigli per iniziare in modo sano e senza sensi di colpa.

Le carni ultra lavorate, come insaccati e salumi vari, wurstel, hamburger industriali sono il primo nemico da combattere.

Il consumo di carne lavorata è direttamente correlato all’aumento del grasso addominale e all’obesità, ma limitarne l’assunzione a favore di tagli più magri – senza lavorazione – porterà a una netta diminuzione del peso corporeo.

Al secondo posto della lista degli alimenti che rovinano la dieta ci sono le patatine fritte: anche se qualsiasi cibo fritto può essere dannoso per gli sforzi di perdita di peso, questo snack che crea dipendenza regna sovrano tra i suoi simili.

In realtà sono un’ottima fonte di vitamine e minerali, ma spesso vengono cucinati in modo tale da aumentare il loro contenuto di grassi.

Al terzo posto dobbiamo mettere i dolci: sia quelli industriali che quelli fatti in casa, il cornetto del mattino, così come le ciambelle, e soprattutto i dolcetti per la pausa caffè che causano picchi di zucchero e voglia di carboidrati.

Uova e yogurt sono una buona scelta per la colazione.

Per l’estate 2023, quindi, attenzione ai gelati: contengono nutrienti importanti ma possono creare dipendenza grazie alla combinazione di zuccheri e grassi. Non stiamo dicendo di evitarli del tutto… ma magari di limitarne l’assunzione?

Concludiamo l’elenco con le bevande zuccherate, a partire da quelle gassate ed energetiche (in molti casi, anche quelle senza zucchero): il loro consumo può incidere fortemente sulla possibilità di ingrassare, oltre che di sviluppare diabete, malattie cardiovascolari o alcuni tipi di cancro.

Sono essenzialmente acqua zuccherata: ridurre o eliminare il loro consumo può aiutare a consumare meno calorie.