Fedez in tribunale per diffamazione: ecco la sentenza

Federico Lucia, in arte Fedez, in questi giorni è stato ancora di più in prima linea a sostegno del ddl Zan, approvato alla Camera e arenatosi al Senato. Nello stesso giorno in cui è previsto il voto del ddl a Palazzo Madama, il rapper si è recato in tribunale a Livorno.

Era accusato di diffamazione da Chiara Giannini, autrice del libro intervista su Matteo Salvini, edito dalla casa editrice Altaforte di Francesco Polacchi, vicina a CasaPound.

Livorno, Fedez in tribunale per diffamazione: la sentenza

Poco dopo le 17:30, Fedez ha pubblicato una story su Instagram in cui ha detto di trovarsi a Livorno, spiegando poi il motivo: “Belle notizie, oggi avevo un processo dove ero accusato dalla giornalista, nonché biografa di Salvini, edita da CasaPound“.

Il rapper è stato assolto: “Processo per accusa di diffamazione, mi hanno assolto: e poi me ne restano mille“, ha aggiunto, citando la canzone che sta avendo un larghissimo successo, realizzata insieme a Orietta Berti e Achille Lauro.

L’udienza era prevista a ridosso dell’ultimo Festival di Sanremo e, per gli impegni del rapper, era stata rinviata proprio a martedì 13 luglio.

Livorno, Fedez in tribunale per diffamazione: il motivo del processo

Fedez era stato citato in giudizio dal procuratore di Livorno, Giuseppe Rizzo, nel 2019. Il 5 dicembre dello stesso anno c’era stata la prima udienza di un processo che lo vedeva imputato per diffamazione, accusato dalla giornalista Chiara Giannini. Quest’ultima ha scritto ‘Io sono Matteo Salvini’, autrice del libro intervista sul leader della Lega, edito dalla casa editrice Altaforte, vicina a CasaPound.

Fedez era stato accusato di aver utilizzato l’appellativo “giornalaia” nei confronti di Chiara Giannini. Su Instagram, infatti, aveva scritto: “Giornalista di Libero dall’inviato di guerra ai finti scoop da Novella 2000 su di me. Brutta fine eh?“.

Fedez, aveva riportato il pm Rizzo, aveva accusato la Giannini “di aver pubblicato un articolo completamente fasullo su di lui, affermando che in seguito alle contestazioni ella si sarebbe cancellata dai social network non avendo argomentazioni e facendosi difendere da Salvini“. Il video contestato dalla Giannini era stato postato su Instagram da Fedez il 5 agosto 2017.