Scegliere di mangiare prevalentemente frutta e verdura di stagione vuol dire puntare ad avere un’alimentazione che varia di mese in mese, sana e bilanciata: lo spiega il centro medico specialistico Unisalus. Ce ne sono per tutti i gusti e dalle mille proprietà. D’estate, per esempio, si ha la necessità di incamerare acqua e sali minerali per combattere il caldo; con l’arrivo dell’inverno invece si punta alla vitamina C e a tutti i benefici che dà all’organismo.

Mangiare secondo la stagionalità, inoltre ci permette di risparmiare, visto che i prodotti coltivati in serra hanno un costo maggiore. A incidere sul prezzo è anche la conservazione nelle celle frigorifere e poi il gusto non è certo lo stesso, visto che la frutta e la verdura vengono raccolte prima del tempo per rallentarne la maturazione.

Infine, una scelta del genere rispetta l’ambiente. Il funzionamento delle serre prevede il riscaldamento e un dispendio di energia che hanno un costo elevato in termini ambientali. Oltretutto l’umidità che si trova al loro interno provoca la proliferazione dei batteri, che va contrastata con l’uso di pesticidi e fertilizzanti.

Gli alimenti consigliati

Fine stagione

Meglio cominciare subito con la frutta e la verdura di stagione che stanno per finire. Altroconsumo consiglia di scegliere tra:

  • Il lampone, ricco di potassio, ferro e fosforo;
  • La melanzana, che è ipocalorica;
  • Il peperone, con vitamine A e C, fibre e caroteni;
  • Il ravanello, che contiene ferro, potassio, fibre, vitamina C e polifenoli.

Insomma, il gusto e la modalità di cottura permettono di potersi sbizzarrire realizzando moltissimi piatti ricchi e buonissimi.

Primizie

Le new entry, fra la frutta e la verdura di stagione a ottobre, non sono da meno e danno la possibilità di variare con:

  • Le clementine, ricche di vitamina C;
  • Il limone, che ha anche proprietà astringenti;
  • Il finocchio, povero di calorie e ricco di fibre.

Elementi nuovi, ma versatili e dalle tante qualità che è bene tenere a mente per un’alimentazione sana e bilanciata.

Piena stagione

Nel clou del mese di ottobre si trova una varietà di frutta e verdura incredibile:

  • L’aglio, che è un toccasana contro l’alito cattivo;
  • L’ananas e la banana, che sono frutti ricchi di potassio;
  • La barbabietola e la bietolacosta che, fra le altre proprietà, contengono magnesio;
  • Il caco e la pera, che sono astringenti;
  • La carota, con fibre e vitamine;
  • La castagna, ricca di zinco e rame;
  • Il cavolo, che contiene proteine vegetali;
  • Il cocco, con tanti sali minerali;
  • L’insalata, ricca di acqua;
  • Il lime, un concentrato di vitamina C;
  • Il mango e la mela, che contengono anche la vitamina A;
  • Il melograno e la papaya, potenti antiossidanti;
  • Il passion fruit e il porro, che aiutano ad assorbire il ferro;
  • La patata, ricca di vitamine del gruppo B;
  • Il sedano, antiossidante e ricco di vitamine;
  • Gli spinaci, ricchi di ferro e calcio;
  • Il topinambur, gluten free;
  • L’uva, dall’alto contenuto di zuccheri;
  • La zucca rossa, perfetta per le diete ipocaloriche.

Tra frutta e verdura di stagione, a ottobre, si può davvero spaziare e accontentare sia grandi che piccini. Non resta che scegliere ciò che si preferisce.