Massimo Galli è stato positivo al Sars-CoV-2, in particolare alla variante Omicron che dilaga in Italia e nel mondo. Il virologo lo ha rivelato nel corso di un intervento a Mattino 5, spiegando: “Ho preso il virus con la variante Omicron, sono stato una schifezza“.

Ora, per fortuna, l’ex primario dell’ospedale Sacco di Milano, ora in pensione, dice di stare “meglio”. Il virologo ha spiegato come è stato contagiato e la gravità dei sintomi che ha manifestato dopo aver sviluppato la malattia.

“Verosimilmente il 31 dicembre, o nei giorni immediatamente precedenti, qualcuno mi ha passato Omicron. Nonostante sia in pensione e nonostante abbia condotto in quest’ultimo periodo una vita ritiratissima, vedendo pochissime persone“, ha spiegato Galli.

“Nel periodo tra Natale e Capodanno – ha proseguito – gli unici pazienti li ho sentiti per telefono. Non ho visto pazienti, ho visto un numero limitatissimo di persone. A livello conviviale, senza mascherina, ho visto in tutto una dozzina di persone. Al massimo, tutte insieme, non più di 6. Questo la dice lunga su questo virus e su questa variante”.

Galli e i sintomi della variante Omicron

Galli, congedatosi a novembre 2021 dall’incarico di primario all’ospedale Sacco, non ha alcuna intenzione di ritirarsi a vita privata e ha già chiarito di voler continuare la sua attività divulgativa in ambito medico, anche grazie alla tv.

Durante il suo intervento, l’esperto si è poi focalizzato sui sintomi di Omicron, spiegando che non sono così lievi per le persone della sua età: “Se qualcuno dice che Omicron è una passeggiata, per i vecchiotti come me, dice male”.

Pertanto Galli ha rinnovato l’appello alla vaccinazione, obbligatoria per le persone al di sopra dei 50 anni, sottolineando che senza la protezione fornita dalle tre dosi di vaccino “la cosa sarebbe andata decisamente molto peggio”.

Variante Omicron Galli, quanto è contagiosa

Il virologo ha parlato anche dell’altissimo tasso di contagiosità della variante Omicron: “Mi sono ritrovato con una carica virale alta. Una sola persona ha condiviso pochi minuti con me, senza mascherina, dopo la mia infezione, senza che io sapessi” di essere contagioso. “E questa persona si è beccata l’infezione”, ha detto Galli.

Secondo il virologo, dunque, basterebbe abbassare la guardia anche per pochi minuti per rimanere contagiati dalla variante Omicron.