La gastrite nervosa è un’infiammazione della mucosa gastrica causata dall’aumento di succhi gastrici, effetto di alti livelli di stress e nervosismo.

Talvolta invece la gastrite nervosa può essere generata da una ridotta produzione di succhi gastrici, che va a rallentare il processo digestivo, causando un senso di ‘peso allo stomaco’. Questo tipo di gastrite è in generale una forma di somatizzazione di uno stato di tensione nervosa che attacca e irrita il rivestimento dello stomaco.

La gastrite nervosa è un esempio di malattia psicosomatica (o disturbo psicosomatico).

In medicina, prendono il nome di malattie psicosomatiche tutte quelle patologie del corpo (somatiche significa proprio “del corpo”) le cui cause hanno una natura psicologica; in un certo senso, con il verificarsi di una malattia psicosomatica, è come se il paziente traducesse in una manifestazione fisica un disturbo della mente.

Cause

Perché Ansia e Stress causano Gastrite?

Premessa fondamentale per capire: gli episodi di gastrite sono il risultato dell’azione irritante e corrosiva, operata dai succhi digestivi acidi dello stomaco ai danni della mucosa gastrica interna, quando la loro produzione supera le reali richieste (elevata acidità gastrica) o quando la suddetta mucosa si è indebolita a seguito di una determinata circostanza (es: abuso di sostanze alcoliche).

Non è ben chiaro come stress e ansia intervengano nel causare la gastrite nervosa; secondo attendibili studi, però, pare che questi due fattori, quando sono molto intensi, comportino un aumento della produzione dei succhi digestivi acidi da parte dello stomaco e, conseguentemente, la corrosione della mucosa gastrica interna.

In altri termini, sembra che stress e ansia causino la gastrite nervosa, perché inducono il rilascio eccessivo e di conseguenza dannoso, da parte delle cellule gastriche preposte, dei succhi digestivi acidi.

Cause comuni di Gastrite Nervosa

Solitamente, all’origine della gastrite nervosa c’è l’ansia o lo stress, che può derivare da:

  • I problemi sentimentali con il partner;
  • I sentimenti di sconforto correlati alla presenza di una malattia cronica;
  • Un’attività lavorativa frenetica o un lavoro dall’esito incerto;
  • Le preoccupazioni per lo stato di salute di un proprio caro;
  • Le preoccupazioni per un intervento chirurgico delicato, a cui il paziente dovrà sottoporsi a breve;
  • Le preoccupazioni per l’esito di un esame medico, un test scolastico o una valutazione lavorativa.

Gastrite Nervosa: Chi è a Rischio?

Sono particolarmente a rischio di soffrire di gastrite nervosa:

  • Le persone con un lavoro frenetico o i cui risultati prevedono sempre un periodo di attesa talvolta snervante;
  • Le persone che vivono difficoltà sentimentali con il partner;
  • Gli individui affetti da una malattia cronica o che stanno per sottoporsi a una delicata operazione chirurgica;
  • Gli individui con un parente a loro caro in gravi condizioni di salute;
  • Chi è in attesa di ricevere l’esito di un importante esame clinico e scolastico/lavorativo.

Tipi di Gastrite Nervosa

La gastrite nervosa può avere carattere acuto oppure carattere cronico.

Se ha carattere acuto, è un esempio di gastrite acuta, dove per gastrite acuta i medici intendono l’infiammazione della parete interna dello stomaco a comparsa brusca e improvvisa, intensa sotto l’aspetto dei sintomi e di durata contenuta.

Se ha carattere cronico, invece, è un esempio di gastrite cronica, dove per gastrite cronica gli esperti intendono l’infiammazione della parete interna dello stomaco a comparsa graduale, lieve sotto il profilo dei sintomi e della durata di diverse settimane.

Il carattere acuto o cronico della gastrite nervosa dipende, fondamentalmente, dal fattore scatenante lo stress o lo stato d’ansia alla base della condizione.

Prevenzione

L’approccio preventivo si focalizza sulla gestione dello stress e sul miglioramento della salute alimentare.

Singoli eventi stressanti possono non avere un significativo impatto sulla salute del soggetto, ma una condizione cronica gastrite nervosa non deve essere sottovalutata e risulta fondamentale trovare delle modalità per gestire lo stress cronico.

Manifestazioni cliniche di indigestione, gonfiore e pienezza associate alla gastrite nervosa sono degli indicatori di un malsano stato di salute dell’apparato digerente.

  1. È opportuno inserire nell’alimentazione una quantità abbondante di fibre e di alimenti contenenti probiotici. Studi preliminari sui probiotici sembrano dimostrare un effetto positivo sul miglioramento dell’ansia associato a sintomi gastro-intestinali, mediante l’azione del nervo vago.
  2. Una riduzione delle dimensioni del pasto e un aumento della loro frequenza può favorire l’alleviamento dei sintomi.
  3. Un’attività fisica regolare è essenziale per garantire uno stato di salute globale: a livello mentale allevia lo stato di stress, a livello gastro-intestinale migliora la funzione gastrica e intestinale, a livello cardio-vascolare migliora il profilo lipidico e glucidico e a livello muscolo-scheletrico migliora il tono muscolare e la salute articolare.

Rimedi

La gastrite nervosa può essere trattata con rimedi naturali e fatti in casa, associati a opportune modifiche dello stile di vita.

  1. Alcune erbe possono alleviare il disagio allo stomaco. In caso di nausea le radici di zenzero possono risultare utili, masticate oppure bevute in forma di infuso.
  2. Altri composti ad azione antispastica sono la menta piperita, la lavanda e la melissa. Essi permettono di rilassare la muscolatura dello stomaco e alleviare i crampi e il senso di oppressione.
  3. È consigliato evitare di assumere caffeina, in quanto può accentuare l’ansia e il nervosismo, inoltre il caffè stimola l’attività intestinale e può aggravarne la sintomatologia.
  4. Alcune strategie per gestire lo stress e l’ansia comprendono la respirazione profonda e controllata e la meditazione con tecniche di mindfulness.
  5. Alcune persone traggono beneficio dall’utilizzo di oli essenziali aromatici e incensi alle erbe per ridurre lo stato di ansia.
  6. Non bisogna sottovalutare l’importanza delle relazioni affettive e l’influenza che ha l’ambiente sullo stress mentale. Parlare con un amico, un familiare o con il proprio partner può aiutare a ridurre il livello di ansia.