La glicerina vegetale, detta anche glicerolo è una sostanza che favorisce la rigenerazione delle cellule dell’epidermide e si può utilizzare anche sulla pelle affetta da eczemi e psoriasi per ammorbidirla e trovare sollievo. Per le sue proprietà emollienti, rinfrescanti e decongestionanti, la glicerina è infatti efficace nel trattamento di lesioni eritematose, cicatrici, rossori associati a prurito e irritazione.

Per quello che riguarda il corpo e la salute, grazie alle sue capacità fortemente idratanti, emollienti e lubrificanti per la cute, il glicerolo viene utilizzato in diverse formule dermo-cosmetiche. Infatti, la glicerina vegetale è l’umettante più adoperato in ambito cosmetologico dal momento che è ben tollerata dalla pelle.

In una concentrazione bassa, viene utilizzata per preservare dalla disidratazione, mentre a dosaggi alti è in grado di svolgere un’attività idratante e plastificante sull’epidermide. Inoltre, se la si usa in percentuale alta all’interno del prodotto – più del 40% -, può svolgere un’attività conservante.

Questo prodotto può allora ritenersi, sia dal punto di vista dermatologico che tecnologico, una sostanza sicura e polifunzionale.

L’unico aspetto negativo da segnalare è che ha un tocco appiccicoso, che accresce proporzionalmente alla concentrazione utilizzata in formula. 

Quando si utilizza

Uno degli usi più diffusi della glicerina vegetale è idratare e nutrire la pelle poiché serve a contrastare le pelli più secche e screpolate. Per esempio, sulla pelle dei piedi, soprattutto dei talloni, la glicerina servirà a procurare un effetto emolliente e potrà sanare le screpolature.

In quest’ultimo caso, per trattare la screpolatura dei talloni, si consiglia di realizzare un pediluvio a base di glicerolo, acqua di rose, succo di limone, acqua calda e sale. Basta mescolare gli ingredienti insieme aggiungendo acqua calda fino al margine inferiore delle caviglie. Per finalizzare il trattamento, si dovrà utilizzare una pietra pomice naturale in modo da rimuovere i tessuti morti.

La glicerina vegetale viene anche utilizzata per dare luminosità e vita ai capelli secchi, spenti e sfibrati, giacché possiede delle proprietà idratanti e rivitalizzanti. Anche in questo caso, il glicerolo viene adoperato come componente principale di una maschera che verrà applicata sui capelli.

Inoltre, se si vuole idratare la pelle del viso e in particolare farla apparire più elastica e tonica, il consiglio è quello di mescolare il glicerolo vegetale con latte di cocco, oli essenziali, olio di mandorla, o altre sostanze con le stesse proprietà.

La glicerina alimentare si usa principalmente come additivo, e l’assunzione di glicerina in supposte sembra una delle metodiche più utilizzate nella risoluzione degli episodi di stitichezza temporanea. La metodica sembra essere ben tollerata e molto efficiente, mantenendo così un ottimo profilo di sicurezza senza effetti collaterali principalmente gravi.

Disinfettante per mani casalingo fai da te

La glicerina può anche risultare utile per la preparazione casalinga di un disinfettante per le mani. Per realizzare un disinfettante casalingo è necessario disporre di:

  • Un recipiente pulito che indichi i ml in tacche, dalla capienza di un litro
  • Una caraffa
  • Alcol puro (per liquori)
  • Acqua ossigenata al 3% 
  • Glicerina, o glicerolo, disponibile in farmacia.

Preparazione

  1. Versare 830 ml di alcol nel recipiente 
  2. Aggiungere 42 ml di acqua ossigenata (prelevarla con una siringa)
  3. Mescolare
  4. Aggiungere 15 ml di glicerina
  5. Miscelare
  6. Infine, aggiungere l’acqua portata a ebollizione per arrivare al volume totale di un litro.

Effetti Collaterali

Sebbene la glicerina vegetale sia molto ben tollerata, sono comunque possibili rare reazioni individuali (bruciore, rossore, irritazione) per ipersensibilizzazione soggettiva; in tal caso, sospendere l’uso del prodotto e se gli effetti indesiderati non si risolvono rapidamente consultare il medico.

Se la glicerina vegetale è troppo concentrata e/o se l’umidità ambientale è troppo bassa, la sua azione igroscopica sottrae l’acqua dalla pelle creando un effetto disidratante. Per questo motivo è sconsigliabile fare uso di prodotti contenenti un’elevata quantità di glicerina. Quando invece l’umidità ambientale è elevata, l’effetto idratante della glicerina sulla pelle è massimo.