Green pass, cosa fare se non arriva l’sms con il codice: ecco la guida completa

Sempre più italiani si stanno attrezzando per entrare in possesso del green pass, la certificazione verde con la quale sarà possibile frequentare determinati luoghi, eventi e mezzi di trasporto. Ricordiamo che il green pass si ottiene dopo essere stati vaccinati contro il Covid, o con un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti, o con l’avvenuta guarigione negli ultimi sei mesi.

Cos’è il green pass, come si ottiene e come si presenta

Il green pass, di fatto, è un codice QR (un codice a barre bidimensionale composto da piccoli quadrati, scansionabile attraverso appositi lettori ottici o smartphone) unico per ciascuna persona. Ma come si ottiene?

Generalmente, se si possiedono i requisiti di cui sopra, viene recapitato un sms contenente il codice authcode da inserire assieme alla tessera sanitaria sul sito dgc.gov.it, oppure sull’app Immuni o IO. Tuttavia, non sempre arriva l’sms con il codice, per cui esistono metodi alternativi.

Green pass, cosa fare se non si ha il codice authcode

Se non si è ricevuto l’sms col codice, si può ottenere il green pass attraverso lo Spid (Sistema pubblico di identità digitale) o la Cie (Carta d’identità elettronica) nell’apposita sezione del sito del green pass, o sempre sull’app IO. È possibile richiedere lo Spid attraverso alcuni gestori di identità abilitati, il cui elenco è a questa pagina.

Un altro metodo consiste nel rivolgersi al numero di pubblica utilità 1500, dedicato esclusivamente alle questioni riguardanti il Covid-19. Il numero è gratuito ed è attivo 24 ore su 24. Lo stesso numero può essere contattato nel caso in cui si smarrisca il codice e si ha intenzione di recuperarlo.

Infine, è possibile richiedere il green pass attraverso l’aiuto del proprio medico o recandosi in farmacia, esibendo la propria tessera sanitaria e il proprio codice fiscale.