Novità nell’ultimo decreto Covid per quanto riguarda le regole sull’utilizzo di Green pass base e rafforzato, o Super green pass. È arrivata infatti una nuova stretta che mira a rallentare la curva di crescita dei contagi e introduce una sempre maggiore diffusione della certificazione verde ottenuta con la vaccinazione.

Green pass base e Super green pass: qual è la differenza

Prima di tutto, ricordiamo qual è la differenza tra Green pass base e Super green pass. In entrambi i casi si tratta di certificazioni utili a partecipare alla vita lavorativa o sociale in epoca Covid, ma la differenza cruciale è che il Green pass base si ottiene anche solo con un test antigenico rapido o molecolare con risultato negativo.

ll Super green pass, o green pass rafforzato, invece si ottiene per vaccinazione o guarigione ed è sempre più necessario con le regole contenute nel nuovo decreto Covid.

Dove si potrà andare senza Green pass? I servizi essenziali

Le eccezioni alle misure previste dal nuovo decreto saranno indicate in un secondo momento con un altro provvedimento, dal momento che sarà sempre consentito il soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona.

Il Green pass base o rafforzato, quindi, non sarà obbligatorio per accedere ai servizi essenziali come le farmacie o i supermercati.

Dove serve il Green pass base: l’elenco dei negozi

L’obbligo di Green pass base, come si legge sul sito del governo, è esteso a coloro che accedono ai servizi alla persona e inoltre a pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari e attività commerciali. Il Green pass base sarà quindi necessario per andare in banca, dal parrucchiere o dall’estetista o nei centri commerciali.

Dove serve il Super green pass: over 50, trasporti, lavoro

Nel nuovo decreto è introdotto l’obbligo vaccinale per tutti coloro che hanno compiuto i 50 anni. Per i lavoratori pubblici e privati con 50 anni di età, così, sarà necessario il Super green pass per l’accesso ai luoghi di lavoro a partire dal 15 febbraio prossimo fino al 15 giugno 2022.

In base al decreto entrato in vigore il 31 dicembre, inoltre, dal 10 gennaio il Green pass rafforzato sarà necessario per utilizzare i mezzi di trasporto pubblico locale e regionale, oltre che in alberghi e strutture ricettive; feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose; sagre e fiere; centri congressi; servizi di ristorazione all’aperto; impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici; piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto; centro culturali, centro sociali e ricreativi per le attività all’aperto.