Le nuove regole per l’utilizzo del Green pass partiranno dal 6 agosto. I nuovi criteri sono definiti nel decreto con le nuove misure anti-Covid. La certificazione verde sarà dunque necessaria per poter accedere alle attività e agli esercizi individuati dal dl approvato dal governo.

Per potervi accedere, occorre possedere “certificazioni verdi Covid-19 (Green Pass), comprovanti l’inoculamento almeno della prima dose vaccinale Sars-CoV-2 (validità 9 mesi) o la guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi)” oppure l’”effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore)”.

Ecco dove:

  • Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso
  • Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi
  • Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre
  • Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso
  • Sagre e fiere, convegni e congressi
  • Centri termali, parchi tematici e di divertimento
  • Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione
  • Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò
  • Concorsi pubblici”.

Come ottenere il Green Pass

E’ già possibile scaricare il Green Pass tramite il sito web dgc.gov.it autenticandosi con Cie, Spid oppure tessera sanitaria, tramite le app Immuni oppure Io, tramite Fascicolo Sanitario Elettronico regionale o ancora rivolgendosi al proprio medico di famiglia o farmacista abilitato.

Chi è stato sottoposto alla seconda dose del vaccino dovrebbe ricevere un link e le credenziali di accesso tramite sms oppure via e-mail. E’ possibile ottenere il certificato sia in digitale sia in cartaceo.