Green pass per ristoranti : tutte le misure in Europa

app-green-pass
Smartphone displaying a valid digital vaccination certificate for COVID-19 in male's hand, downtown and city bus in background. Vaccination, immunity passport, health and surveillance concepts

In Francia dal 21 luglio sarà necessario il green pass per andare al cinema, nei teatri e nei musei, mentre dal primo agosto sarà obbligatorio anche per entrare in bar, ristoranti e su treni e aerei. La soluzione netta è stata adottata dal presidente Emmanuel Macron per spingere a vaccinarsi contro il Covid-19 i cittadini che ancora non lo hanno fatto. L’idea ha raccolto consensi anche in Italia, con il governo Draghi che sta valutando di adottare il modello francese. Anche in altri Stati dell’Unione Europea è necessario il green pass per andare al ristorante o al cinema: vediamo le misure nei vari Paesi Ue.

Come in Francia, anche in Danimarca ristoranti, cinema e teatri sono accessibili solo a chi mostra il certificato Covid che attesti la vaccinazione o un tampone negativo. Il governo di Copenaghen è stato tra i primi ad introdurre una misure del genere, in vigore già dalla primavera con l’introduzione dell’app Coronapas. Una app nata ben prima del Green pass europeo, con lo scopo di rendere sicuri gli spostamenti interni.

Situazione simile anche in Lettonia e Lituania, dove solo le persone vaccinate possono andare al ristorante, in palestra, al cinema e a teatro. Approccio totalmente differente nell’altra repubblica baltica, l’Estonia, dove il Green pass è necessario solo per viaggiare all’estero.

In Austria per entrare in hotel, ristoranti e locali notturni è richiesto un certificato che attesti l’avvenuta vaccinazione, la guarigione dal Covid-19 o l’esito del tampone negativo. Nessun obbligo in Germania, dove viene impiegata un’app, CovPass Check, che registra lo stato vaccinale e il più recente tampone effettuato. Ristoranti e locali possono chiedere ai clienti di mostrarla e decidere se farli entrare o meno, ma le regole variano da Lander a Lander.

Anche a Cipro e in Lussemburgo è permesso l’ingresso in bar, pub, hotel e ristoranti solo alle persone vaccinate e che mostrano un pass che lo provi. A Cipro basta anche un tampone negativo. A breve anche in Grecia entreranno in vigore regole più restrittive, come ha annunciato il 12 luglio premier Kyriakos Mitsotakis: bar, ristoranti, cinema e musei saranno accessibili solo a chi è vaccinato.

Anche in Irlanda è necessario un certificato che attesti la vaccinazione o la guarigione da Covid-19 per accedere a ristoranti e hotel. Il Portogallo ha introdotto da sabato 10 luglio l’obbligo per i ristoranti di richiedere un certificato vaccinale a tutti i clienti per dare un posto a sedere. Mentre resta libero tutto il resto.