Griffonia, il tonico dell’umore

181

La Griffonia simplicifolia è una pianta africana i cui semi sono naturalmente ricchi di L-5-HTP (L-5-idrossitriptofano), un precursore diretto della serotonina. La Griffonia Simplicifolia è quindi una sostanza che ci offre un aiuto naturale, diretto ed efficace, per recuperare la calma, la serenità e la qualità del sonno.

La serotonina interviene nella regolazione del sonno e nella gestione dello stress. Stimolandone la produzione è quindi possibile ridurre gli stati depressivi o ansiosi e ritrovare un sonno di qualità.

L’L-5-HTP presente nella Griffonia simplicifolia non presenta gli effetti collaterali degli antidepressivi di sintesi né rischi di assuefazione. A differenza degli antidepressivi di sintesi, permette di ridurre gli stati d’ansia e depressivi senza alcuna controindicazione per il funzionamento naturale del cervello.

Griffonia: Informazioni dettagliate

La serotonina è uno dei principali neurotrasmettitori cerebrali. In quanto precursore della melatonina, è utile soprattutto a conciliare il sonno e a gestire lo stress. Quest’ultimo, infatti, essendo presente quotidianamente nelle nostre vite, può provocare una diminuzione del tasso di serotonina presente nel nostro organismo, dando origine in questo modo a stati di depressione, affaticamento, ansia e insonnia.

L-5-HTP contenuto nella Griffonia simplicifolia è lo stesso amino-acido prodotto in modo naturale dal nostro organismo. Indispensabile per l’approvvigionamento regolare in serotonina, è utile a dominare gli stati d’ansia e di depressione senza per questo alterare il normale funzionamento cerebrale (contrariamente agli antidepressivi sintetici). Questi ultimi infatti bloccano la “ricattura” naturale della serotonina da parte delle sinapsi cerebrali, provocando numerosi effetti secondari fastidiosi quali l’aumento della pressione arteriosa, le palpitazioni, la stipsi, le nausee, le cefalee, per non parlare della dipendenza. Priva di questi effetti secondari, la Griffonia simplicifolia è efficace quanto gli ansiolitici e gli antidepressivi sintetici.

Numerosi studi hanno inoltre dimostrato che l’L-5-HTP può contribuire a diminuire la frequenza e l’intensità delle cefalee. L-5-HTP serve inoltre a controllare il desiderio di cibo e può così aiutarci a rispettare una dieta dimagrante. La serotonina infatti è coinvolta nel processo di inibizione dell’appetito per quanto riguarda gli alimenti glicidici, ricchi di calorie.

Si prende 2 volte al giorno lontano dai pasti

Gli integratori a base di griffonia si trovano in farmacia e in erboristeria sotto forma di capsule o di compresse, anche abbinati ad altre erbe dimagranti. Si assumono 2 volte al giorno, lontano dai pasti principali. La griffonia non ha effetti collaterali di nota, ma non va presa se si stanno assumendo farmaci antidepressivi o pillola anticoncezionale, perché potrebbe interferire con la loro azione.

Placa la fame notturna

Grazie alle sue proprietà ansiolitiche, la griffonia favorisce il riposo notturno e ha un effetto benefico sui cicli di sonno-veglia, che spesso si alterano nel periodo estivo. Quando il sonno migliora, diminuiscono i risvegli notturni e dunque si abbassa anche il rischio di spuntini di mezzanotte, deleteri per la linea.

Accelera il metabolismo

Per un’azione d’urto, puoi associare la griffonia ad altre erbe e spezie come la rhodiola, che controlla l’ansia da fame e stimola la lipolisi, e la curcuma, che accelera il metabolismo dei grassi. Richiedi in erboristeria un integratore già combinato con queste erbe o assumile in compresse di estratto secco.

Gli effetti li vedi subito

I principi attivi della griffonia vengono assorbiti dall’organismo molto rapidamente ed esercitano subito il loro effetto antifame. La griffonia, inoltre, non dà assuefazione e si può usare senza rischi anche con continuità.