Il guacamole salsa si ottiene dal frutto dell’avocado maturo con l’aggiunta di limone, aglio, cipolla tritata, peperoncino grattugiato, sale e pepe. Per renderla più ricca, si può aggiungere dello yogurt greco magro. L’avocado contiene una bassa percentuale di zuccheri semplici e una buona dose di grassi (acido linoleico e Omega 3) che fanno bene al cuore e a tutto il sistema cardiovascolare.

Il guacamole è ormai diventato un fedele compagno di cene e aperitivi anche per noi italiani, perché facile da preparare e gustoso da accompagnare con bruschette e nachos vari ed eventuali. Già, ma quanto è sana in realtà questa salsetta a base del celebre super food verde? A chiederselo è stato il Time, che ha deciso di interpellare una serie di esperti per fare chiarezza in merito.

Fa davvero bene?La risposta, in linea di massima, è sì. E il motivo è presto detto: l’avocado con cui è preparato il guacamole è ricco di fibre, contiene vitamine A, C, E, K, ed è ricco di grassi monoinsaturi, quelli buoni, tra cui i famosi Omega 3. Questo lo rende un ottimo alleato della salute e una fonte importante di nutrienti, oltre che in linea generale meno calorico di molti altri condimenti. Ma attenzione a non esagerare.

Quanto conviene mangiarne? E qui arriva il tasto dolente. Perché l’avocado sarà anche il super food più trendy degli ultimi anni, ma come ormai è ben risaputo nasconde un bel po’ di calorie. La porzione ideale individuata dagli esperti sarebbe quella di due cucchiai per porzioni, stando ben attenti a non esagerare con crostini e patatine di accompagnamento. La quantità potrebbe essere anche aumentata un pochino, poi, prestando bene attenzione a non appesantire troppo la ricetta.

Ricetta originale del guacamole messicano

Ingredienti per 4 persone

  • 2 avocado maturi
  • 1 pomodoro
  • 100 g di cipolla
  • 1 peperoncino verde
  • 20 g di coriandolo fresco (solo le foglie)
  • 1 lime
  • sale e pepe
  • olio extravergine d’oliva
  • tabasco

Preparazione

Come si prepara la salsa guacamole

  1. Peliamo la cipolla e il pomodoro e poi li tritiamo finemente con un coltello.
  2. Laviamo il peperoncino verde, lo svuotiamo dei suoi semini e tritiamo anche lui finemente con un coltello.
  3. Tagliamo a metà nel senso della lunghezza gli avocado e ruotiamo le due metà per separarle.
  4. Affondiamo la lama di un coltello nel centro del nocciolo e ruotiamo e tiriamo contemporaneamente per poterlo togliere facilmente.
  5. Ci aiutiamo con un cucchiaio per estrarre la polpa degli avocado e la versiamo in un mortaio insieme a cipolla, pomodoro e peperoncino.
  6. Uniamo il lime previamente spremuto e pestiamo il tutto fino ad ottenere una salsa omogenea però lasciando alcuni pezzettini di ingredienti più grandi degli altri.
  7. Versiamo la salsa in una ciotola e la condiamo con sale, pepe, olio e qualche goccia di tabasco.
  8. Tagliamo finemente il coriandolo, lo uniamo alla salsa e mescoliamo bene con un cucchiaio di legno.

Consigli

Come avrete visto, l’ingrediente principale del guacamole è il frutto tropicale dell’avocado ed è importantissimo che sia maturo per poter ottenere una salsa ricca e gustosa. Dovrete assicurarvi, tastandoli, che gli avocado siano morbidi ma non troppo molli.

Se gli avocado che avete a disposizione non sono abbastanza maturi, li potete avvolgere con carta di giornale e lasciarli a temperatura ambiente (mai in frigorifero) per accelerare la maturazione.

Purtroppo l’avocado si ossida velocemente quando entra in contatto con l’ossigeno presente nell’aria, quindi è molto importante preparare prima gli altri ingredienti del guacamole e unire il prima possibile il lime, che rallenta l’ossidazione, alla polpa dell’avocado.

Se non avete un mortaio, la polpa degli avocado si può schiacciare con una forchetta e unire poi agli altri ingredienti tritati finemente e, nel caso in cui non riusciate a trovare il lime, si può sostituire senza problemi con un limone. Esiste anche una versione chiamata “aguamole” in cui si triturano gli ingredienti con il mixer.

Per quanto riguarda la conservazione del guacamole, se non usate immediatamente la salsa che avete preparato, la potete conservare in frigorifero per 1 o 2 giorni al massimo, in un contenitore ermetico. Per rallentare l’ossidazione dovrete mettere all’interno della salsa anche i noccioli degli avocado che avete usato.