ceci-disintossichi-colon

Alleati preziosi della salute, i legumi sono alimenti non solo proteici ma anche ricchi di minerali e antiossidanti. I ceci, considerati in passato più “poveri” rispetto a lenticchie e piselli, hanno in realtà proprietà nutrizionali di ottimo valore biologico.

I ceci sono anche fonte di vitamine e minerali: betacarotene, vitamine del gruppo B e, tra i minerali, fosforo, potassio e magnesio, preziosi per la funzionalità cerebrale.

Contengono in percentuale considerevole anche il ferro e il prezioso acido folico, che abbassa i livelli di omocisteina, un aminoacido che, se presente in dosi eccessive nel sangue, può provocare problemi cardiocircolatori come ictus e infarto.

I ceci liberano i vasi da colesterolo e tossine

Rispetto ad altri legumi, i ceci sono più proteici ma, a differenza delle proteine animali, non aumentano i grassi nel sangue. Hanno un apporto calorico superiore a fagioli, piselli e lenticchie ma anche una discreta percentuale di acido linoleico, assente in altri legumi.

Questo acido grasso essenziale, abbondante nella frutta secca e in alcuni oli, è fondamentale per il nostro organismo perché previene le infiammazioni e agisce positivamente a livello cardiovascolare: abbassa i livelli di colesterolo cattivo e ha un’azione protettiva sulla circolazione sanguigna.Concorrono a rinforzare l’azione anticolesterolo anche le saponine e la fibra contenute nei ceci. La fibra ha, inoltre, una funzione anti stipsi: regolando il transito intestinale mantiene in buona salute la delicata zona del colon.

Per favorire l’assorbimento del ferro da parte del nostro organismo, è opportuno aggiungere ai ceci un alimento che contenga vitamina C (per esempio una spolverata di curcuma o zenzero sulle zuppe e minestre), oppure succo di limone o una cipolla rossa affettata nelle insalate di ceci lessati. Aggiungendo a fine cottura le spezie nelle minestre o la cipolla nelle insalate, aumenteremo anche il complessivo valore antiossidante del piatto.

Infatti i ceci contengono isoflavoni e saponine (utili nel contrastare la formazione di radicali liberi) che vengono “potenziati” dai curcuminoidi (presenti nella curcuma), dallo zingerone (contenuto nello zenzero) e dalla quercetina (nella cipolla).

Come si preparano

I ceci si lasciano in ammollo per una notte (ricorda di non utilizzare mai l’acqua di ammollo per la cottura). Si mettono a cuocere in abbondante acqua, con l’aggiunta di una foglia di alloro o di un pezzo di alga kombu. Si salano solo a fine cottura

Prova l’hummus, la crema di Ceci ricostituente

Ingredienti per 4 persone: 100 g di ceci ammollati, olio d’oliva, olio di girasole 1/2 spicchio d’aglio, un limone, menta.

Preparazione

Lascia in ammollo i ceci per circa 12 ore e mettili poi a bollire nella pentola a pressione per circa un’ora e mezza. Dopo averli scolati, si passano al frullatore e si aggiunge un cucchiaio di olio d’oliva e un cucchiaio di olio di girasole, mezzo spicchio d’aglio sminuzzato e un limone spremuto. Aggiungi acqua se la crema risulta troppo spessa. Servi con qualche fogliolina di menta.