Cucinare in modo sano significa mantenere le proprietà nutritive degli alimenti alterandoli il meno possibile.
Vediamo quali sono i principali metodi di cottura più sani:

Cottura a vapore

Il vapore consente ai cibi di non disperdere le proprietà nutritive in acqua o tramite cotture più aggressive come il fritto. In particolare grassi buoni, sali minerali e vitamine vengono trattenuti nei cibi con questo metodo. Inoltre, anche forma e colore degli alimenti tendono a mantenersi come al naturale.

La cottura a vapore si esegue utilizzando una pentola con un po’ d’acqua, all’interno della quale viene riposto l’apposito cestello sul quale apporre i cibi, che non devono essere a contatto diretto con l’acqua. Accendendo un fornello sotto la pentola si sprigionerà il vapore per la cottura.

Stufatura

Lo stufato di manzo è un classico della cucina italiana e la stufatura è un metodo di cottura adatto anche a tutti quegli alimenti che hanno molta consistenza come, appunto, pezzi di carne, patate, carote, zucchine e varie verdure. La stufatura si esegue apponendo gli alimenti in una casseruola coperta e aggiungendo un po’ d’acqua per volta. In questo modo, i cibi non risulteranno bolliti e manterranno le loro proprietà nutritive.

Bollitura

La bollitura è l’ideale quando dobbiamo cuocere i legumi o carni dure, sebbene molto saporite, come la gallina. Il bollito è difatti un altro classico della nostra cucina ed ogni regione ha più di una variante per la propria ricetta. Quando mettiamo carne e legumi a bollire con il quantitativo d’acqua sufficiente a ricoprire gli alimenti da cuocere, è bene aggiungere aglio o cipolla a seconda dei casi e spezie aromatiche per conferire un gusto più completo.

Pentola a pressione

Gli stessi alimenti di bollito e stufato possono essere cotti in pentola a pressione. La pressione della pentola consente ai cibi di cuocere molto velocemente e di mantenere le sostanze nutritive in essi contenute. Metodo che ben si adatta alla cottura di cereali, legumi e carne.

Cottura alla piastra o alla griglia

Sono metodi di cottura che ben si prestano a carne, pesce e verdure, da condire poi a crudo con olio, spezie ed aromi a piacere. Evitate però di bruciare ciò che cucinate: il tipico “nero” contiene sostanze decisamente poco salutari!

Cottura al cartoccio

Nel forno, optate per la cottura al cartoccio: consente di sfruttare tutti i vantaggi del vapore, ottenendo un risultato simile a quello della classica cottura al forno. Aggiungete nel cartoccio le spezie e gli aromi preferiti, con eventuali verdure.