Nei mesi più caldi dell’anno molte persone lamentano stanchezza e sonnolenza durante l’arco della giornata, ma la causa è da ricercare nel riposo notturno: quando la temperatura è troppo alta il nostro corpo non riesce a disperdere il calore. E noi non dormiamo bene

Il sonno è strettamente legato alla termoregolazione del nostro corpo: di notte la nostra temperatura interna si abbassa di circa un grado, ridistribuendo il calore dal cuore verso mani e piedi, che sono ricchi di capillari proprio per questo motivo.

Se però la temperatura esterna è troppo alta, il corpo dovrà lavorare di più per mantenere una temperatura ottimale, causando difficoltà ad addormentarsi. Inoltre l’aria calda può interrompere e disturbare le fasi del sonno, per cui la qualità del riposo ne risente.

Il caldo disturba anche l’attività della melatonina, l’ormone che il corpo produce la notte e agisce come un timer naturale per il sonno. Quando fa troppo caldo la secrezione di questo ormone viene compromessa.

Il nostro cervello attraversa quattro fasi durante il sonno: veglia, sonno leggero, sonno profondo e fase rem. Il ciclo intero dura 90 minuti e ogni notte si ripete tra le quattro e le sei volte. Fondamentale è il sonno profondo, in cui respirazione e attività cerebrale rallentano e il corpo si rilassa. Proprio questa però è la fase più sensibile all’aumento della temperatura.

“Sappiamo che le temperature più fresche favoriscono il sonno profondo”, ha detto a Wired Christine Blume, scienziata del sonno dell’università di Basilea, in Svizzera. “Quando la nostra capacità di regolare la temperatura corporea è compromessa dal calore eccessivo, non riusciamo a raggiungere la fase di sonno profondo”, aggiunge Blume, “e se il sonno profondo viene a mancare, semplicemente non ci riposiamo”.

Il sonno arretrato è un fenomeno che si accumula: se prolungata per giorni, la mancanza di sonno influisce sul nostro stato mentale e ci rende più aggressivi e irritabili. Chi dorme male è più incline a sbalzi d’umore e ridotte capacità cognititve.

Il sonno arretrato è un fenomeno che si accumula: se prolungata per giorni, la mancanza di sonno influisce sul nostro stato mentale e ci rende più aggressivi e irritabili. Chi dorme male è più incline a sbalzi d’umore e ridotte capacità cognitive.

Come contrastare la spossatezza da caldo: rimedi naturali

Fortunatamente, bastano alcuni semplici accorgimenti sul nostro comportamento e sull’alimentazione, per far sì che si riesca a recuperare le energie nonostante gli effetti stancanti della termoregolazione corporea.

Vediamoli nel dettaglio.

Bevi più volte al giorno

Come abbiamo visto, uno degli effetti principali causati dalla termoregolazione corporea è la perdita di liquidi, di conseguenza anche sali minerali essenziali.

Per ovviare a questo problema è importante ricordarsi di bere costantemente, più volte al giorno. Spesso chi si dimentica di più dell’idratazione sono gli anziani che, insieme ai bambini e a chi pratica attività sportiva, costituiscono la categoria di persone più fragili.

Reintegrando acqua apporterai non solo la corretta idratazione, ma anche i sali minerali necessari all’organismo.

Segui una corretta alimentazione

Anche seguire una dieta sana ed equilibrata aiuta a contrastare gli effetti della spossatezza estiva.

In questo caso è importante consumare alimenti nutrienti e ricchi di liquidi, come ad esempio frutta e verdura di stagione, ma anche uova e formaggi.

Poi ci sono anche il magnesio e il potassio, due minerali fondamentali per l’organismo perché:

  • il magnesio fa bene alle ossa e al sistema nervoso ed è necessario per la produzione di energia;
  • il potassio regola l’equilibrio di fluidi e minerali, mantiene la giusta pressione corporea, aiuta a contrarre i muscoli e tutela l’attività delle cellule nervose.

Gli alimenti ricchi di magnesio e potassio sono:

  • uova e formaggi (in quantità moderata);
  • vegetali a foglia verde;
  • frutta secca e datteri;
  • cereali integrali;
  • banane;
  • legumi;
  • pesce;
  • cacao.

Frutta secca, semi oleosi e pesce, inoltre, apportano all’organismo la giusta quantità di omega 3, di vitamine del gruppo B e l’acido folico: elementi indispensabili ad azione antiossidante che mantengono il corpo giovane e in salute.

Fai il pieno di integratori e tisane naturali

A volte l’alimentazione da sola non basta.

È qui che entrano in gioco gli integratori naturali, che hanno la capacità di portare all’organismo i corretti nutrienti indispensabili per contrastare gli effetti della spossatezza da caldo.

Infatti non sempre riusciamo a mantenere una dieta equilibrata, e questi integratori vanno a “tappare” le mancanze nutritive dell’organismo.

Ma quali sono gli integratori più efficaci da assumere in questa circostanza?

Integratori a base di magnesio e potassio

Abbiamo già visto quanto il magnesio e il potassio siano indispensabili per svolgere al meglio le funzioni corporee.

Sul mercato tante versioni di integratori e con diverse modalità d’assunzione, dai più costosi ai più economici.

Tisane naturali

Per contrastare gli effetti del caldo puoi bere una gustosa bevanda o tisana al ginseng, alla rodiola, allo zenzero o con Erba Mate, così da rendere più piacevole l’atto di bere, specialmente quando non ne hai voglia.