Novità in arrivo per il Green pass, che vedrà un importante cambiamento a partire da metà settembre. Lo hanno svelato fonti del ministero della Salute consultate da Adnkronos. Attualmente, il certificato verde è valido nove mesi dalla data del completamento del ciclo vaccinale ma la sua validità sarà prorogata a un anno.

Green pass, quanto tempo è valido attualmente

Il problema della durata del certificato nasce dal fatto che per i primi vaccinati, che hanno ricevuto la prima dose a fine 2020, il Green pass cesserà di essere valido già a partire da ottobre. Entro quella data, quindi, gli operatori sanitari come medici e infermieri – i primi a essere stati vaccinati – potrebbero essere tagliati fuori dalla vita sociale.

Stando le cose così come sono attualmente, infatti, dai primi di ottobre fino al 20 novembre la gran parte di loro si troverà con un Green pass scaduto.

Come cambierà la durata del Green pass: proroga a un anno

Il 6 settembre inizierà in Parlamento la discussione per la conversione in legge del decreto sul Green pass e se arriverà il via libera del Cts potrebbe esserci il prolungamento tanto atteso soprattutto da medici e infermieri.

Il tema è ormai  da giorni sul tavolo del ministero che ha già fatto richiesta formale al Cts. A giorni dovrebbe arrivare il parere del Comitato tecnico scientifico ma tutto lascia pensare che si arrivi ad un prolungamento dei termini di scadenza anche in vista della terza dose del vaccino. La sua durata, secondo le indiscrezioni riportate da Adnkronos, passerà quindi dagli attuali 9 mesi a 12 mesi.