Il mal di schiena può essere causato anche dalla somatizzazione di diversi disagi psicologici. La nostra spina dorsale, formata da 33 vertebre, è chiamata fin dalla nascita a sostenerci, garantire il movimento di tutto il nostro corpo e mantenere costantemente la posizione eretta che ci distingue dagli altri mammiferi: non a caso, si chiama anche “colonnavertebrale.

Dal punto di vista psicosomatico, però, risente di tutte le emozioni negative che proviamo nella vita, soprattutto preoccupazioni, stress e tensione: il dolore avvertito in zona cervicale, ad esempio, è correlato con la difficoltà ad aprirsi con gli altri, esprimere le emozioni o assumere comportamenti in contrasto con la propria vera natura.

Anche le preoccupazioni professionali si scaricano sulle vertebre cervicali: per alleviare un po’ il fastidio si possono fare delle lente rotazioni con la testa e con le spalle.

Il dolore a carico della zona dorsale, invece, è tipico delle persone indecise o con bassi livelli di autostima: la tendenza ad avere una postura piegata in avanti, che provoca difficoltà nella respirazione, dipende da un atteggiamento costantemente sulla difensiva, che può essere migliorato con lunghe passeggiate all’aperto, in grado di stimolare la riflessione.

Sulle vertebre lombari e sacrali si avverte il peso di relazioni ed attività inconcludenti che fanno sentire in trappola, di rapporto difficile con la sessualità, con il cibo e, più in generale, dell’impossibilità di soddisfare i bisogni primari. Anche l’essere troppo dipendenti da cose e persone può causare o aggravare il dolore nella zona lombo-sacrale.

Mal di schiena, quando il peso è nella mente

Simbolicamente la colonna vertebrale è il sostegno del nostro essere, solido ma flessibile. Attraverso il collo possiamo mediare tutti i movimenti e sostenere la testa, tenerla al posto giusto. Cioè manteniamo al posto giusto l’organo dei pensieri.

Ma ciò che sentiamo e le nostre scelte poi scendono lungo il corpo e gravano su tutta la colonna. Così, quest’organo si fa dolorosamente sentire con il mal di schiena quando tendiamo a caricarci addosso, giorno dopo giorno, troppi pesi. Perfezionisti e con un forte senso del dovere: sono i due tratti comuni di chi soffre di mal di schiena.