Il sale marino, è in grado non solo di prevenire, ma di curare tantissimi disturbi. Il sale è da sempre apprezzato per la sua capacità di insaporire il cibo ma, nell’antichità, si supponeva avesse anche poteri magici. Ad esempio, gli antichi romani lo ritenevano così importante da costruire una via a lui dedicata, la via Salaria, in modo da garantire l’approvvigionamento di sale dal mare Adriatico.

Benefici del sale marino

Il sale può essere usato in diversi modi: per ottenere benefici non serve solo usarne la giusta quantità sui cibi, ma può essere impiegato anche per altri scopi.

  1. Ad esempio, può svolgere un ruolo antinfiammatorio a livello gengivale e antisettico, aiutando a combattere alito cattivo e mal di gola: in questo caso si utilizza per fare dei gargarismi dopo essere stato sciolto nell’acqua tiepida. Puoi usare il sale anche per disinfettare ferite interne alla bocca e ascessi.
  2. Nella medicina popolare viene anche impiegato come antidolorifico: se utilizzato caldo, si può inserire in un sacchetto di tela o di lino e poggiarlo sulla zona dolorante, in modo da ottenere sollievo su cervicale, reumatismi, mal di schiena, distorsioni o contratture.
  3. Infine, il sale è capace di aiutarti a scaricare lo stress, facendo un bagno con acqua tiepida in cui è stata sciolta una tazzina di sale.

Volete evitare l’invecchiamento cutaneo? Determinante il bagno con il fiore di sale marino.

Fate riscaldare l’acqua della vasca fino al punto più caldo e aggiungetevi 1 chilo e mezzo di sale: mischiate bene perché si sciolga completamente e poi immergetevi. Non solo questo bagno è fondamentale in caso di acne, ascessi, gonfiori, irritazioni, punture d’insetto; ma è utilissimo anche per i disturbi muscolari, le contratture, le distorsioni, il mal di schiena.

Un elisir anche per lenire piccoli dolori

Gli impacchi di sale marino sono importantissimi dopo ogni trauma: evitano l’edema e l’infiammazione dei tessuti. Volete un potente antiage? Usate il guanto di sale. Si tratta di una cosa semplicissima: ci si mette un guanto di crine, dopo averlo immerso nella soluzione idrosalina, due cucchiai di sale in un litro d’acqua, si mescola e lo si massaggia dolcemente sul viso.

È il più potente depurativo della pelle, determinante in città dove siamo immersi nello smog ed è una formula magica contro l’invecchiamento.

I cristalli di sale sono una vera panacea non solo per il corpo. Più di una ricerca infatti ha messo in luce che un bicchiere d’acqua, in cui venga sciolto un cucchiaino di sale cristallino, ha una notevole azione antistress, antiansia e antidepressiva, soprattutto se associato all’esposizione alla luce solare, come possiamo ben fare in questo mese. Naturalmente condiremo i cibi solo con questo sale che insaporisce gli alimenti e contemporaneamente ci cura.

Il sale marino è antinfiammatorio e anti-cellulite

Le proprietà antinfiammatorie del sale marino sono utili per sciogliere le rigidità muscolari e articolari, per alleviare mal di schiena e cervicale e anche per curare i disturbi di denti e bocca. Puoi usarlo inoltre per trattare le infezioni a carico della pelle, disinfettandola e purificandola a fondo, e ti aiuta persino a ottenere una chioma sana e senza forfora.

Il sale marino ha anche virtù decongestionanti che vanno a vantaggio di gola, naso, polmoni e bronchi: è un vero aerosol naturale. Alcune particolari varietà, come i sali del Mar Morto, sono indicate per contrastare gli inestetismi della cellulite perché sono particolarmente ricche di minerali snellenti come magnesio e potassio.

E a tavola? Usane poco ma di buona qualità

Se viene usato sulla pelle e sui tessuti porta solo benefici, ma è risaputo che a tavola, invece, la quantità di sale deve essere moderata. Il problema è che a volte ne consumiamo troppo senza accorgercene, perché molti alimenti industriali (più o meno insospettabili) ne contengono delle dosi.