Ci capita continuamente di sentire un profumo o una fragranza e subito la nostra mente prende il via e comincia a ricordare attimi o sensazioni che ci riportano indietro di anni. Questo perché i profumi sono legati indissolubilmente alla nostra memoria olfattiva.

Che cos’è il profumo?

Semplicemente una miscela di alcool, unita ad altre sostanze profumate e solitamente questa miscela viene utilizzata per dare un odore gradevole al corpo umano, ma anche agli ambienti e agli oggetti.

Il profumo può avere diverse declinazioni: per qualcuno potrebbe essere una semplice fragranza da usare per lasciare una gradevole scia, per qualcun altro può rappresentare un ricordo, un’emozione, un amore, e poi c’è chi lo usa per coccolarsi e avvolgersi di deliziose note che danno forza e sicurezza. Che si voglia lasciare ben impressa la propria olfattiva in qualsiasi situazione, oppure tenersi stretti ricordi e sensazioni piacevoli, una delle domande più frequenti che accomuna qualsiasi intenzionesi interroga su come farlo durare più a lungo sulla pelle.

Profumo: come farlo durare più a lungo

Se state cercando una risposta a questa domanda, sappiate che esistono diversi trucchi che possono contribuire a cambiare per sempre la durata della vostra fragranza preferita sulla pelle.

Acquistate un profumo in olio

Date una sbirciata su Internet oppure recatevi nella vostra profumeria di fiducia e chiedete se la vostra fragranza del cuore esiste anche in versione oleosa: questa variante del profumo, non essendo vaporizzata, risulta molto più concentrata e, per questo, capace di penetrare più a fondo, denotando una maggior intensità e durata.

Prestate attenzione al vostro tipo di pelle

Sembra una banalità, eppure la tipologia di pelle gioca un ruolo fondamentale: più è grassa e sebacea, più tenderà a trattenere le note di testa e di fondo della fragranza, rallentandone l’evaporazione. Se avete una pelle secca, le profumazioni legnose e speziate fanno più al caso vostro, perché più intense rispetto a quelle floreali e fruttate.

Applicate il profumo dopo la doccia

L’umidità della pelle, soprattutto quando tendenzialmente secca, è un fattore fondamentale per massimizzare la durata del profumo. In generale, i profumi contengono sempre degli umettanti, ossia degli ingredienti che aumentano l’umidità, ma il segreto per farlo durare più a lungo sta proprio dell’applicarlo sulla pelle asciutta quando i pori sono ancora aperti, così che questo possa penetrare più a fondo.

Spruzzatelo dopo aver messo una crema idratante

Soprattutto d’estate, quando la pelle anche più grassa tende a seccarsi, è fondamentale mantenere la pelle idratata con una crema fluida senza profumazione (o, meglio ancora, della stessa fragranza). Una volta stesa sul corpo, spruzzate il profumo: questo si “appiccicherà” alla crema e, come succede con il layering nel make-up, durerà più a lungo.

Dimenticatevi di sfregare i polsi

Si sa, una delle zone più quotate quando ci si cosparge di profumo sono collo e polsi. In tanti, però, fanno l’errore di spruzzarlo sotto le orecchie e, con i polsi, assorbire l’eccesso del profumo per poi sfregarli l’uno contro l’altro. Niente di più sbagliato: sfregare è il modo più facile per far sì che il profumo svanisca in breve.

Vaporizzate il profumo e passateci in mezzo

Per cospargervi e profumare tutto il corpo, spruzzate un po’ di profumo davanti a voi e passateci in mezzo: così, le micro goccioline di liquido vaporizzato si depositeranno sul corpo in modo omogeneo.