Gli incensi che bruciano rendono gli ambienti mistici, con il loro profumo, la fragranza e gli effetti che possono avere sulla nostra mente.

Gli incensi sono molto utili per rinfrescare gli ambienti e per farci stare meglio. Servono a purificare le energie e farle scorrere in maniera fluida. Acquistare gli incensi è semplice se ne trovano ovunque, ma anche in questo caso è bene fare attenzione ai componenti.

Ovviamente questo vale anche per i profumi per la persona, per l’auto, questi ultimi si possono autoprodurre mixando gli oli essenziali ad acqua distillata.

Incensi fai da te: perché è importante farli in casa

Spesso, siamo tentati di comprare gli incensi e i profumi per ambienti che troviamo in giro nei negozi con il reparto per la casa. In molti casi però dobbiamo prestare particolare attenzione al contenuto delle scatole che contengono il prezioso unguento profumato.

Questo perché non possiamo essere sicuri al 100% di quali materiali siano stati usati. Gli incensi che si vendono nella grande distribuzione infatti possono contenere allergeni o pesticidi.

Per essere sicuri di respirare solo cose che facciano bene alla nostra salute, ci sono alcuni trucchi che ci permettono di ricreare la fragranza dell’incenso anche in casa.

Ecco perchè è possibile fare in casa gli incensi da bruciare, un modo creativo per impegnare la manualità ma anche per incominciare a conoscere le erbe o i fiori o i frutti. Per l’inverno infatti molto si addice l’eucalipto, le scorze degli agrumi. Vediamo quale procedimento utilizzare ed essere sicuri di ciò che facciamo:

Per autoprodurre gli incensi servono 4 semplici ingredienti:
-12 cucchiaini di acqua
-3 cucchiaini di fiori di camomilla
-3 cucchiaini di fiori di lavanda
-4 cucchiaini di incenso in grani naturale, potete acquistarlo in rete oppure anche nelle erboristerie e farmacie

In un mortaio mettete le erbe essicate, senza acqua, e tritate pazientemente. Poi vuotate il contenuto in un contenitore e piano piano aggiungete l’acqua e l’incenso in grani, amalgamandola di volta in volta.

Ottenuto un impastino morbido, con le dita prpendetene poca quantità per volta e lavoratela formando poi dei piccoli conetti, oppure delle palline ma i coni sono più pretici perchè hanno la base piatta. Riponeteli quindi su una grata e lasciate asciugare sulla stufa per circa 24 ore, una volta essiccati vanno riposti su un carboncino apposito.

Incensi fai da te: come creare la fragranza naturalmente

Preparare i classici conetti d’incenso è abbastanza semplice. Per prima cosa bisogna procurarsi degli elementi per la base: la mirra o il benzoino andranno bene.

Poi dell’acqua distillata e dei carboncini. Si possono aggiungere delle erbe o dei fiori, come camomilla e lavanda, infine servirà un mortaio per pestare tutto insieme. Procedete sbriciolando 3 cucchiaini dell’erba scelta nel mortaio, insieme alla mirra o al benzoino. Create poi un impasto non troppo denso unendo alle erbe l’acqua.

Con le dita potete dare all’impasto la forma di una piccola piramide, facendola aderire bene al carboncino. Lasciate asciugare le formine per 24 ore, se serve anche vicino a una stufa o a un termosifone. Dopo l’asciugatura, prendete un incensiere, mettetevi dentro un carboncino e accendetelo, appoggiandovi sopra la vostra piramide.

Se invece volete realizzare dei bastoncini di incenso, potete comprare una confezione di legnetti inodore in erboristeria. Create con le vostre erbe e la mirra o il benzoino un impasto, con cui poi avvolgerete il bastoncino. Lasciate che si secchino al sole o col calore per un giorno. Una volta pronti teneteli in una confezione chiusa fino al giorno in cui non deciderete di accenderli.

Non vi resta poi che accenderli e godervi dell’aroma che avvolgerà le vostre case!