L‘infuso depurativo per il fegato proposto in questo articolo, ha grandi proprietà depurative, regala energia a tutto l’organismo ma è soprattutto un toccasana per il fegato.

Dovete sapere che il nome erba medica però, al contrario di quello che si potrebbe pensare, non ha nulla che a vedere con la medicina, ma deriva dalla Media e cioè la Persia, di cui era considerata originaria. Dall’Asia sud-occidentale si è poi diffusa in Europa e in Italia, in particolar modo in Emilia-Romagna, Lombardia, Marche e Veneto.

Si tratta di una particolare pianta che ha bisogno di crescere lontana dai terreni acidi: cresce rigogliosa in appezzamenti ricchi di calcio, freschi e molto profondi. In altre parole, come avviene anche per noi umani, l’erba medica soffre di eccesso di umidità.

L’erba medica risulta un ottimo depurativo del fegato.

È conosciuta come alfa-alfa o erba medica, ma il suo nome botanico è Medicago sativa. L‘erba medica è una leguminosa spontanea, ricchissima di minerali e di vitamine, che sostiene il fegato, lo rigenera e lo aiuta a disintossicarsi. Ricca di nutrienti, racchiusi nelle sue radici profonde e nelle foglie, l’erba medica è uno scrigno di sostanze preziose per la nostra salute: fitoestrogeni, bioflavonoidi, glucosidi, alcaloidi, aminoacidi e oligoelementi, clorofila e vitamine A, B, C, D, E e K, enzimi digestivi e fibre.

Ha quindi proprietà antinfiammatorie, anticolesterolemiche, digestive e stimolanti della secrezione biliare e per tutti questi motivi, l’erba medica risulta un ottimo depurativo del fegato.

Depura il fegato e combatte la stanchezza

L’erba medica è dunque uno dei rimedi più efficaci per sostenere la salute del fegato, che soprattutto in questa stagione “chiede” di rinascere: l’erba medica è in grado di aiutarlo a eliminare le tossine e gli acidi in eccesso, sgrassandolo e prevenendo infiammazioni,  steatosi e calcoli biliari. Ma non finisce qui: l’erba medica è utile in questo cambio di stagione, quando ci si sente gonfi, stanchi, con poco o troppo appetito. Liberando tutti gli organi – non solo il fegato, dalle tossine, l’erba medica ci aiuta ad affrontare al meglio questo cambiamento.

L’infuso depurativo è quel che ci vuole per il fegato

Con l’erba medica, si può preparare un infuso benefico per il fegato: metti un cucchiaio scarso di foglie essiccate in una tazza di acqua bollente e lascia in infusione 10 minuti, poi filtra e bevi a digiuno, un paio di volte al giorno. Puoi anche ricorrere alla tintura madre: prendine 40 gocce, sciolte in un bicchiere d’acqua, 3 volte al giorno.

In polvere nel frullato per sostituire il pasto

Puoi anche scegliere di portare in tavola l’erba medica sotto forma di germogli da aggiungere crudi alle insalate, oppure di acquistarla in forma di polvere liofilizzata. Aggiungila allo yogurt della mattina o prepara così un frullato che ti donerà grande energia: una banana, kiwi, due cucchiaini di polvere di erba medica e latte di mandorle. Utilizzalo come sostituto del pasto e ti sentirai più forte, pelle e muscoli diventeranno più tonici e sodi e i capelli più lucidi e consistenti.