L’insalata è in assoluto uno degli alimenti più difficili da conservare in frigorifero. Di norma, è necessario acquistarne soltanto piccole porzioni, in modo tale da evitarne il deterioramento. Se conservata a lungo l’insalata tende infatti a diventare molle ed estremamente umida.

L’insalata va a male subito? Ecco il trucco per conservarla più a lungo

Esistono tuttavia alcuni trucchi che permettono di conservarla in ottimo stato più a lungo.

Le tecniche più note ed efficaci per conservare l’insalata sono due: in entrambi i casi ciò che permette di mantenerla in buono stato più a lungo è ridurre al minimo l’umidità.

In primo luogo – questo è un passaggio comune a entrambe le tecniche – è necessario lavare l’insalata subito dopo averla acquistata. Bisogna poi inserire il prodotto nell’asciuga insalata.

Si tratta di uno strumento non molto conosciuto ma estremamente efficace, oltre che economico. Questo passaggio permette di rimuovere del tutto i residui di acqua in eccesso dalle foglie.

A questo punto è possibile scegliere quale tecnica utilizzare, le opzioni sono due:

  • Tecnica dell’asciugamano
  • Tecnica della carta assorbente

Nel primo caso l’insalata va avvolta all’interno di un asciugamano. Potrà sembrare strano, ma un asciugamano sottile, preferibilmente di spugna, permette di creare una vera e propria “barriera intelligente” all’interno del frigo in grado di limitare l’eccesso di umidità.

Insalata in frigorifero, come farla durare più a lungo

Se non si vuole utilizzare un asciugamano, è possibile avvolgere l’insalata in una carta assorbente molto spessa. L’unica differenza sta nel fatto che i fogli di carta assorbente devono essere sostituiti quando diventano troppo umidi.

In entrambi i casi sarà possibile conservare l’insalata qualche giorno in più rispetto a quanto accade normalmente.