Il ministero della Salute ha diramato una nuova allerta che riguarda alcuni integratori alimentari, – utilizzati per il benessere sessuale maschile – prodotti negli Stati Uniti ma che si possono acquistare facilmente online anche in Italia.

L’allarme è stato trasmesso attraverso il Sistema di allerta rapida per alimenti e mangimi (RASFF) è stato comunicato che i seguenti integratori alimentari, prodotti in USA con diversi lotti e con i marchi:

  • Natrol Yohimbe Bark, Men’s Health capsule da 500 mg
  • Stamina-Rx – Maximum sexual stimulant compresse da 550 mg Hi-Tech Pharmaceuticals

conterrebbero dalla lettura dell’etichetta Yohimbina (o Yohimbe), sostanza ad attività farmacologicamente attiva, vietata negli integratori alimentari, che può avere serie ripercussioni sulla salute.

Questi due integratori non risultano notificati in Italia e sono venduti attraverso siti internet (Vitamarket) in diversi Paesi europei tra cui l’Italia. Si raccomanda ai consumatori di non acquistare tali prodotti e di astenersi dal consumarli.

Cos’è la Yohimbina? 

La Yohimbina è un ingrediente relativamente nuovo sul mercato degli integratori, è considerata come una soluzione per favorire maggiore benessere alle funzioni sessuali.

Questo integratore può causare diversi effetti collaterali, tra cui ipertensione, aumento della frequenza cardiaca, ansia e vertigini. Sono possibili anche nausea, vomito, tremori o tremori e insonnia. Può anche peggiorare l’ansia, rendendola non sicura per le persone con disturbi d’ansia, come il disturbo d’ansia sociale.

La yohimbina cloridrato non è sicura per le persone con una storia di disturbi psichiatrici o problemi renali. Le donne che allattano, sono incinte o pensano di essere incinte non dovrebbero assumere questo farmaco. Anche le persone attualmente in trattamento con inibitori MAO, un tipo di antidepressivo, non possono assumere in sicurezza questo farmaco e le persone che assumono antidepressivi triciclici, fenotiazine o farmaci usati per controllare l’ipertensione dovrebbero evitare anche questo farmaco, a meno che non sia consigliato dal medico per prenderlo.

Non a caso, in Italia la yohimbina è inserita nell’elenco degli estratti vegetali non ammessi negli integratori alimentari dal Ministero della Salute.