Le proprietà dell’iperico sono molteplici e decantate da tutti gli erboristi del mondo. Antidepressivo naturale, è conosciuto anche come l’erba di San Giovanni e deve essere utilizzato con cognizione di causa.

Proprietà dell’iperico

Tra le proprietà più famose e riconosciute dell’iperico c’è sicuramente la sua capacità di combattere stati depressivi e ansiosi. È infatti considerato un potente antidepressivo naturale, da utilizzare sempre in combinazione con altri rimedi naturali come per esempio la passiflora o la valeriana nel caso in cui si riscontrino anche instabilità dell’umore, come insonnia o ansia.

L’azione antidepressiva è dovuta, secondo alcune ricerche, alla capacità dell’iperico di incrementare i livelli di serotonina e regolare la produzione della melatonina, entrambi elementi regolatori del ciclo del sonno.

Come abbiamo detto, l’iperico viene utilizzato nella cosmesi per le sue proprietà antinfiammatorie, cicatrizzanti e rigenerative della pelle. L’olio di iperico viene prodotto partendo dai fiori, e viene usato in soluzione. 

In antichità, l’iperico era considerato anche dotato di doti antibiotiche, antivirali, antimicotiche e antisettiche. Talvolta, veniva introdotto anche come antidolorifico in caso di ferite o dolori acuti. Attualmente, l’iperico viene consigliato in caso di gastrite o ulcera gastrica, per dare sollievo sottoforma di tisana.

Benefici dell’iperico

Lo sapevi che l’iperico può aiutarti a smettere di fumare? Questa pianta eccezionale aiuta a metterci nel giusto stato mentale, fornendoci la spinta necessaria a fare qualcosa di davvero eccezionale, capace perfino di spezzare le nostre abitudini più consolidate.

In questo caso l’iperico viene assunto sottoforma di tisana, o altre piante dal potere calmante e sedativo che ti aiutano ad assumere un atteggiamento più consapevole e concentrato.

L’olio di iperico è disponibile in farmacia e in erboristerie, ed è perfetto per trattare piccole ustioni, ferite, funghi, cicatrici, smagliature o psoriasi. Ottimo anche nei casi più importanti di pelle secca: applica pochissime gocce sulla parte lesa e otterrai benefici semplicemente notevoli.

L’iperico è infatti consigliato anche più volte al giorno per il periodo post-parto, da applicare generosamente nell’area del perineo con un gradevole massaggio.

Come molti altri oli vegetali, l’iperico è un potente agente capace di combattere i radicali liberi. Questo anti-age naturale va applicato ogni sera su viso e collo per ottenere risultati eccellenti, talvolta anche migliori di quelli dei prodotti antirughe da banco.

Quanto iperico assumere al giorno

USO INTERNO: 

  • Estratto di iperico: 900 mg al giorno, suddiviso in tre somministrazioni per almeno quattro settimane.
  • Tintura madre: 30 goccedisperse inun bicchiere di acqua 1-3 volte al giorno per 2 mesi consecutivi.
  • Infuso:2 grammi di droga in 150 millilitri di acqua bollente due volte al giorno.

USO ESTERNO:

  • Olio di iperico:70 grammi di sommità fiorite fresche, 250 millilitri di olio di girasole

Sistemare i fiori in un barattolo a chiusura ermetica, coprire con l’olio e lasciar macerare per sei settimane a temperatura ambiente. Ogni giorno scuotere il barattolo una-tre volte, per favorire l’estrazione. Trascorse sei settimane esporre al sole per un giorno intero, dopodiché filtrare e conservare l’olio di iperico in bottiglie di vetro scuro, al riparo dalla luce e dal calore.

  • L’oleolito di iperico si utilizza ogni giorno massaggiandone poche gocce su viso e collo per combattere rughe e segni del tempo e sul corpo in caso di smagliature o rilassamento cutaneo oppure al bisogno in caso di  ferite, piaghe, scottature, eritemi, psoriasi e altre problematiche della pelle.
  • Infuso: 5-10 grammi di droga ogni 100 millilitri di acqua bollente, filtrato e lasciato intiepidire per l’utilizzo in caso di problemi della pelle.

Effetti collaterali dell’iperico

Sebbene l’erba di San Giovanni sia considerata un rimedio sicuro e ben tollerato, il suo utilizzo presenta alcune controindicazioni. L’uso di iperico è ad esempio sconsigliato in caso di allergie verso uno o più dei suoi componenti e durante la gravidanza e l’allattamento.

Inoltre, l’ipericina provoca una reazione di fotosensibilizzazione, con comparsa di eritemi e macchie in seguito all’esposizione ai raggi UV, dunque è sconsigliato esporsi al sole durante i trattamenti con iperico.