Italia, il cammino a Euro 2020 dopo il trionfo

ROME, ITALY - JUNE 20: Matteo Pessina of Italy celebrates after scoring their side's first goal during the UEFA Euro 2020 Championship Group A match between Italy and Wales at Olimpico Stadium on June 20, 2021 in Rome, Italy. (Photo by Alberto Lingria - Pool/Getty Images)

Continua a volare l’Italia di Roberto Mancini a Euro 2020. E dopo la terza vittoria su tre, ottenuta a Roma contro il Galles, la domanda che i tifosi si pongono è: ma adesso? Ecco dunque il cammino che potrebbe attendere gli Azzurri nel prosieguo della loro avventura nella competizione continentale.

L’Italia era già certa del passaggio del turno dopo aver battuto Turchia e Svizzera nelle due prime partite del girone. Il successo sul Galles ha quindi reso aritmetico per gli Azzurri il primo posto nel Gruppo A, garanzia di una sfida alla seconda classificata nel Gruppo C. Ossia una tra Austria e Ucraina.

Le due squadra sono attualmente appaiate al secondo posto del raggruppamento, già vinto dall’Olanda. Si affronteranno lunedì a Bucarest, con fischio d’inizio alle ore 18. Austria e Ucraina hanno entrambe 3 punti, e condividono anche la differenza reti. Chi dovesse vincere affronterà l’Italia, in caso di pareggio passerebbe l’Ucraina che ha segnato più gol (attualmente è a quota 4-4, con l’Austria sul 3-3).

Gli ottavi di finale dell’Italia avranno luogo a Londra, nel mitico catino di Wembley, alle ore 21 di sabato 26 giugno. Più difficile prevedere il prosieguo del cammino degli Azzurri di Mancini, sebbene sia già possibile qualche calcolo.

Nello stesso lato del tabellone, infatti, ci sarà la prima classificata del Girone B: molto probabilmente sarà il Belgio. Quest’ultimo se la vedrà negli ottavi con la terza classificata di uno tra i Gironi A, D, E o F. Proprio quest’ultimo spaventa, perché potrebbe presentare una tra Francia, Germania o Portogallo. Occhio però anche alle ipotesi Croazia, Polonia o addirittura Spagna.

Queste potrebbero essere le avversarie dell’Italia in un possibile quarto di finale, che in ogni caso si terrà a Monaco di Baviera. E la vincitrice del terribile Girone F (sempre quello di Francia, Germania o Portogallo) potrebbe rispuntare nell’eventuale semifinale, sempre a Wembley.