La Lombardia verso la “zona gialla”: ecco tutte le novità in arrivo

729

La Lombardia si prepara a diventare “zona gialla“. Secondo quanto scrive il ‘Corriere della Sera’, se i dati dell’epidemia di Covid nella Regione guidata da Fontana dovessero essere confermati, come è ormai pressoché certo, il ministero della Salute dovrebbe firmare già venerdì 11 dicembre (dopo il via libera della cabina di regia) l’ordinanza che consentirà alla Lombardia di entrare nella nuova fascia di rischio.

A meno di ritardi nelle procedure, la “zona gialla” in Lombardia dovrebbe diventare effettiva da sabato 12 dicembre. In caso di slittamenti, si scalerebbe a domenica 13 dicembre.

Lombardia verso la zona gialla: le nuove regole

Una volta completato il passaggio da “zona arancione” a “zona gialla”, in Lombardia si potrà nuovamente:

  •  spostarsi liberamente all’interno del proprio Comune e tra Comuni diversi, tranne che tra le ore 22 e le 5 del mattino in cui è vigore il “coprifuoco”. Per spostarsi nelle ore notturne occorrono ragioni specifiche (lavoro, salute o necessità e urgenza) da certificare tramite apposito modulo di autocertificazione;
  • spostarsi liberamente al di fuori della Regione e andare in un’altra Regione in zona gialla (tranne che tra le 22 e le 5 del mattino). Per spostarsi in una regione in “zona arancione” o “rossa” servono ragioni specifiche (lavoro, salute, necessità e urgenza) e apposito modulo di autocertificazione;
  • andare al bar, fino alle ore 18;
  • andare al ristorante, fino alle ore 18: dopo quell’ora è consentita la consegna a domicilio e, fino alle 22, è possibile acquistare cibo da asporto (non consumabile nelle adiacenze del ristorante);
  • andare in un centro commerciale nei giorni feriali;
  • andare da amici e parenti: la raccomandazione è quella di continuare a non andare a visitare persone non conviventi.