Il carciofo è un ortaggio tradizionalmente ritenuto drenante e depurativo per il nostro corpo, utile soprattutto per purificare il fegato dalle tossine accumulate. Per sfruttare appieno questa caratteristica, non c’è niente di meglio che preparare in casa un infuso con le sue preziose foglie.

Spesso, per esempio in seguito ad abitudini alimentari non proprio corrette, accumuliamo tossine nel nostro corpo, soprattutto a carico di fegato e reni. Una buona tisana depurativa, sorseggiata calda una volta al giorno, può aiutare il corpo ad espellere queste tossine e a sentirci meglio.

Ricche di sali minerali e vitamine, soprattutto del gruppo B, le foglie di carciofo contengono anche antiossidanti particolarmente utili come la rutina, che aiuta a rinforzare le pareti dei vasi sanguigni.

La proprietà più apprezzabile di questi vegetali, però, è il potere diuretico, detox e anti ritenzione idrica, di cui possiamo beneficiare preparando una tisana, da assumere nella quantità da 3 a 5 tazze al giorno: è sufficiente procurarsi delle foglie di carciofo essiccate da lasciare 5 minuti in infusione in acqua bollente, nella proporzione da 10 a 15 grammi per litro, oppure acquistare le preparazioni normalmente disponibili in tutte le erboristerie, anche on line.

Esistono anche ricette casalinghe che sfruttano i gambi e le foglie di carciofo freschi, in particolare quelli più esterni e coriacei che vengono normalmente scartati quando si cucina questo ortaggio: basta metterli a bollire qualche minuto aggiungendo 4 spicchi di limone, un rametto di rosmarino e dell’alloro, lasciando poi raffreddare completamente e filtrando con un colino.

La tisana al carciofo può provocare reazioni allergiche in soggetti già predisposti ed è sconsigliabile assumerla in gravidanza o allattamento.

Conservazione

Potete versare la tisana al carciofo all’interno di una bottiglia di vetro e sorseggiarla nell’arco della giornata: ottima sia calda che fredda.