La labirintite è un’infiammazione dell’orecchio interno. Provoca disturbi dell’equilibrio e può colpire anche entrambe le orecchie. Genera, oltre a problemi di postura, anche riduzione dell’udito e acufene.

La visita dal medico specialista non ha riscontrato nessuna affezione a carico dell’orecchio o della cervicale? L’ansia e lo stress sono da considerare sicuramente i fattori scatenanti della labirintite. I suoi sintomi si fanno sentire sulla respirazione e sulla muscolatura.

Sintomi della labirintite da stress

Le vertigini – sono il primo sintomo evidente. La sensazione che tutto l’ambiente circostante ci giri attorno, da cui il bisogno di sedersi o sdraiarsi per attenuare questa sensazione.

 Questo disagio può essere accompagnato dalla sensazione di svenimento. La mancanza delle forze e del potere di controllo propriocettivo, provoca solitamente la nausea, agitazione e mal di testa.

Poiché la definizione stessa indica la causa, lo stress, è molto probabile che si possa avvertire anche un blocco del diaframma. Di conseguenza si avranno difficoltà a respirare profondamente.

Questo limite innesca un circolo vizioso semplice da individuare:

  • contrattura delle spalle,
  • irrigidimento dei muscoli paravertebrali,
  • tensione occipitale e cervicale,
  • scarsa ossigenazione con respiro corto,
  • indebolimento della muscolatura addominale.
  • Difficoltà a camminare: camminare, per chi soffre di questa particolare tipologia di vertigini, è qualcosa di veramente faticoso. Spesso la sensazione che si ha è quella di pendere da un lato e non riuscire a seguire una linea dritta quando si cammina. Anche il pendolamento delle braccia durante la camminata risulta essere un elemento che dà ancora di più la sensazione di avere delle vertigini.
  • Muscoli contratti: che siano derivanti dall’ansia oppure contribuiscano ad avere le vertigini, i muscoli contratti sono quasi sempre presenti. Molte presone presentano proprio una forma di durezza muscolare da ricondurre sicuramente allo stress e all’ansia, ma che comunque può creare anch’esso questo senso di instabilità e di vertigini.
  • Dolori cervicali e dorsali: ovviamente questi muscoli perennemente contratti si traducono anche con una forma di dolori cervicali e dorsali. Generalmente i muscoli più colpiti sono i trapezi che il paziente riferisce come molto duri e contratti.

I rimedi naturali per la labirintite

Nei casi meno gravi, la medicina naturale offre ottimi rimedi capaci di contrastare la sintomatologia e di abbreviare i tempi di risoluzione del disturbo: ecco i più consigliati.

  • Echinacea angustifolia La tintura madre di echinacea, preparata con la pianta intera, contiene echinacoside un potente antibiotico naturale ad azione corticomimetica, polifenoli antiflogistici e polisaccaridi antinfiammatori. La sua azione immunostimolante aumenta la fagocitosi dei globuli bianchi e la produzione di macrofagi, interferone ed interleuchine. Se ne assumono 40 gocce due volte al giorno, diluite in acqua minerale naturale.
  • Gingkobiloba Ricco di vitamina C, terpeni, carotenoidi e flavonoidi antiossidanti, agisce sulla microcircolazione locale aumentando la quantità di sangue circolante e l’ossigenazione cellulare. Si assume in tintura madre, nella dose di 30 gocce due volte al giorno, per non più di un mese consecutivo.

I rimedi omeopatici contro la labirintite

  • Conium maculatum6CH, indicato in caso di vertigini che peggiorano muovendo la testa o in posizione distesa e migliorano con gli occhi chiusi
  • Nux vomica 15 DH  utile in caso di vertigini soprattutto al mattino, con nausea,  vomito causati da disorientamento e labirintite
  • Tabacum 7 CH è efficace in caso di vertigini con nausea, parestesie, palpitazioni, senso di debolezza e prostrazione
  • Bryonia5CH è il rimedio utile per le vertigini peggiorate dal minimo movimento della testa e del collo, che si intensificano al mattino al risveglio, sedendosi sul letto, accompagnate da capogiri, turbe digestive e mal di testa.
  • Argentum nitricum 5CH è consigliato in caso di ansia e paura per la comparsa di vertigini che peggiorano chiudendo gli occhi, guardano dall’alto verso il basso e viceversa, con problemi di coordinamento motorio, tremori, diarrea, disturbi gastrici.
  • Cocculus 7CH  nelle labirintiti con sindrome vertiginosa molto intensa, accompagnata da  insofferenza agli odori e a ogni movimento, forti capogiri, nausea, pallore, ipersalivazione.

Tutti i rimedi vanno presi nella dose di 5 granuli al bisogno. In ogni caso, è buona norma consultare il proprio medico curante prima di intraprendere un trattamento coi rimedi omeopatici.