Privi di latte di origine animale, gli yogurt vegetali sono poveri di grassi e zuccheri e quindi più leggeri e digeribili: il meglio è sceglierli anche biologici.

Il più comune e diffuso fra gli yogurt vegetali è quello di soia, ma non è certo il solo: esistono anche yogurt vegetali ottenuti da bevande di cocco, mandorle, riso o anacardi (o da una miscela di questi). Questi prodotti totalmente green sono magri, digeribili e talvolta arricchiti con minerali e vitamine: rappresentano quindi una buona alternativa per chi non vuole rinunciarvi. Quando sono di origine biologica, poi, gli yogurt vegetali offrono altri vantaggi.

I batteri buoni degli yogurt vegetali sono alleati del sistema immunitario

Anche agli yogurt vegetali biologici, vengono aggiungi streptococcus termophilus e Lactobacillus bulgaricus, cioè i batteri lattici presenti anche nello yogurt tradizionale e che, nelle versioni vegetali, riescono comunque a fermentare utilizzando zuccheri diversi dal lattosio. I batteri probiotici, come i bifidobatteri, sono in grado di sopravvivere ai succhi gastrici e migliorano quindi microbiota e sistema immunitario. La loro presenza deve essere indicata in etichetta, dove è bene che sia specificato anche il nome dei ceppi batterici.

Aspetti nutrizionali degli yogurt vegetali

Generalmente sono fonte di proteine e di grassi insaturi, basse le quantità della frazione lipidica satura. Tuttavia la composizione nutrizionale varia in base alla bevanda vegetale di partenza con cui si otterrà lo “yogurt”. Quando privi di zuccheri aggiunti, presentano un basso contenuto di carboidrati. Le aziende, infatti, per rendere più gradevole il prodotto al consumo, aggiungono saccarosio o altri dolcificanti che a volte possono essere in quantità molto elevate. Pertanto, è necessario prestare attenzione alle indicazioni in etichetta e preferire l’acquisto di prodotti senza l’aggiunta di zuccheri. Inoltre, non presentano il lattosio, il principale zucchero del latte vaccino, sono quindi idonei per chi è intollerante al lattosio.

Vitamine e minerali vengono spesso aggiunti agli yogurt vegetali per ottenere un prodotto quanto più simile a quello vaccino. In particolare le vitamine del gruppo B, la vitamina D e il calcio. La dicitura in etichetta di fosfato di calcio indica l’integrazione del minerale utile per il mantenimento in salute dell’apparato scheletrico. Per tale motivo i prodotti vegetali possono arrivare a contenere quantità simili a quelle presenti nello yogurt. Come consigliato dalla Società Italiana di Nutrizione Umana, questi prodotti sono particolarmente utili per chi segue una dieta vegana.