L’orario perfetto per allenarsi, che fa bene al cuore

Fare sport al mattino fa bene? Sono tanti i benefici del praticare attività sportiva al mattino, il momento migliore della giornata in cui siamo pieni di energia. Vediamo insieme i motivi per cui consigliamo di allenarsi a inizio giornata. Uno studio condotto su oltre 85.000 persone nel Regno Unito ha mostrato che chi si allena nella prima parte del giorno può avere un minor rischio di soffrire di problemi cardiaci o ictus. La ricerca ha esaminato i livelli di attività fisica attraverso un fitness tracker che ha monitorato il soggetto per una settimana. Le persone sono state divise in quattro gruppi, compresi quelli più attivi al mattino presto, intorno alle 8:00, e quelli più attivi a metà mattinata intorno alle 10:00.

Perché allenarsi fa bene al cuore

Dopo aver parlato dei cibi pericolosi come le sigarette, vediamo qualcosa che, al contrario, può migliorare la nostra salute. Uno studio pubblicato sull’European Journal of Preventive Cardiology ha esaminato persone di età compresa tra 42 e 78 anni che non avevano mai avuto malattie cardiovascolari. I risultati hanno mostrato che l’allenamento mattutino migliora il funzionamento del cuore ed evita gli ictus e gli infarti. In generale, l’attività fisica a qualunque ora del giorno, aiuta a mantenere una corretta frequenza cardiaca, esatti valori pressori, e a tenere sotto controllo le calorie, che vengono bruciate con maggiore facilità. I benefici sono quindi di prevenire ipertensione e diabete di tipo 2, tenere sotto controllo il colesterolo e eviatare l’aumento di peso.

L’orario perfetto per allenarsi

Secondo il nuovo studio, gli effetti positivi dello sport, se praticato al mattino, sarebbero ancora maggiori. La ricerca ha mostrato che le persone che si esercitavano al mattino o a metà mattinata avevano un minor rischio di sviluppare problemi cardiaci, tra cui un attacco di cuore, la forma più comune di angina e malattia coronarica.

Coloro che si esercitavano a metà mattina avevano meno probabilità di avere un ictus. Confrontando i tempi di massima attività in un periodo di 24 ore, i ricercatori hanno scoperto che essere più attivi tra le 8:00 e le 11:00 è collegato al minor rischio di malattie cardiache e ictus. Chi si allena intorno alle 8 del mattino, ha l’11% in meno di probabilità di sviluppare problemi cardiaci rispetto a quelli più attivi intorno a mezzogiorno. Le persone che si allenano di più a metà mattina hanno il 16% in meno di probabilità di avere problemi cardiaci e il 17% in meno di probabilità di avere un ictus rispetto alle persone che erano più attive intorno a mezzogiorno. Da unire allo sport per prevenire problemi di ipertensione c’è poi una pianta medicinale che fa bene alla pressione, i suoi benefici sono stati evidenziati da una recente ricerca pubblicata sulla rivista Experimental and Therapeutic Medicine.