La perdita della lubrificazione naturale della zona intima di solito si verifica a causa dei cambiamenti ormonali, quasi sempre per via della diminuzione dei livelli di estrogeni. Ciò provoca un’alterazione del pH naturale della flora microbica, una serie di batteri sani che proteggono l’area dall’attacco di virus, lieviti e batteri.

Oltre a questo, la pelle tende a diventare irritata e si verificano sintomi quali prurito vaginale, cattivi odori e dolori durante i rapporti sessuali. La cosa più preoccupante è allo stesso modo aumenta anche la tendenza ad avere infezioni e, a causa dei sintomi, influisce sulle prestazioni sessuali.

Come realizzare un lubrificante naturale a base d’acqua in casa

Se cerchi una ricetta per il lubrificante intimo fai da te a base acquosa, puoi seguire queste indicazioni.

Ingredienti:

Preparazione

Preleva un cucchiaino di semi di lino, riponili in un pentolino con un bicchiere d’acqua e scalda portando all’ebollizione per un paio di minuti.

I semi di lino sono ricchissimi di mucillagini zuccherine che formano un gel molto scivoloso conosciuto per le proprietà emollienti, protettive e lenitive.

La quantità d’acqua determina la consistenza del gel che si forma, se vi accorgete che il gel è troppo fluido è sufficiente consumare un po’ d’acqua continuando l’ebollizione.

Aggiungi una punta di cucchiaino di miele e 5 gocce di succo di limone. Il miele aromatizza e rende più goloso il gel, mentre il limone abbassa il pH del gel all’acidità tipica dell’intimo.

Puoi conservare il gel in frigorifero per un massimo di 3/4 giorni, trascorso questo tempo il mio consiglio è di rifarlo fresco. Senza conservanti può inquinarsi.

Il gel di semi di lino ha una texture vellutata e piacevole e la piccola aggiunta di miele e limone renderà la ricetta sicuramente stuzzicante.

Il lubrificante naturale a base di olio di mandorle dolci

Per il lubrificante a base d’olio ti basta un solo ingrediente: l’olio di mandorle dolci. È un perfetto sostituto della conosciutissima vaselina o olio di vaselina di origine petrolchimica.

Anche quelli oleosi sono facile da fare. Puoi utilizzare l’olio d’oliva, ma è più aromatico l’utilizzo di olio di mandorle dolci. Spesso questo tipo di olio lo si trova in erboristeria utilizzato da spalmare sulla pelle irritata perché ha un effetto lenitivo. Inoltre, per chi ha problemi di allergie ed intolleranze alla pelle, l’olio di mandorle dolci è ipoallergenico e quindi sicuro.

Olio di cocco ideale come lubrificante

Anche l’olio di cocco, con il suo profumo, è l’ideale come lubrificante, in quanto sprigiona i sensi. Ci sono quindi, così tante opzioni diverse che non richiedono di acquistare i prodotti super-ovvi. Altri elementi sostitutivi sono qualsiasi tipo di olio come quello utilizzato per la pelle dei bambini e quindi qualsiasi tipo di olio naturale che profuma di buono.