In Italia è indubbiamente l’evento dell’estate. Sabato 9 luglio, al Circo Massimo di Roma, oltre 70 mila persone assisteranno al concerto dei Maneskin. L’assembramento dei fan, per, spaventa i medici, visto l’aumento dei contagi Covid causati dalla variante Omicron 5. Da qui, l’appello dei camici bianchi alla band: spostare il concerto, giudicato da alcuni “una follia”.

L’appello dei medici e il picco dei contagi

Gli esperti prevedono il picco dei contagi tra il 10 luglio e il 15 luglio, di fatto contestualmente al concerto dei Maneskin.

Secondo quanto spiegato da Antonello Maruotti, statistico della Lumsa ripreso da Repubblica, “non è una buona idea fare questo concerto adesso” perché “così non si fa altro che posticipare il picco”.

Per Marcello Pili, medico di Ostia, i grandi eventi rappresentano “bombe sanitarie. Tutti noi medici di famiglia abbiamo visto pazienti positivi reduci da Vasco e ora il virus circola ancora di più. Trovo il concerto dei Maneskin, in questo momento, una follia, rischiamo 20 mila positivi in una botta sola“.

Positiva la fidanzata di Damiano

Nel frattempo, Giorgia Soleri, fidanzata del frontman Damiano, è risultata positiva.

Pili si rivolge direttamente al suo compagno: “Ha mostrato di avere una grande sensibilità sulle tematiche della salute, reputa che sia proprio indispensabile questo concerto, adesso? Mettere insieme 80 mila persone è incomprensibile”.

l medico tira in ballo anche Jovanotti: “Lo stesso vale per i suoi beach tour. Basta con la retorica del ‘che bello stare insieme’. Bello un cavolo, se crea un mega cluster”.

I fan “contro” i medici

Ma come hanno reagito i fan della band all’appello dei medici?

Su Twitter, sono tutti schierati con i Maneskin, e c’è chi parla di ipocrisia visto che “il 90% degli artisti italiani sta facendo concerti da mesi, ma il problema sono i Maneskin…”.