La mela essiccata rappresenta un’ottima fonte di energia e può essere facilmente conservata ed essere consumata come spuntino. La percentuale di calorie e sostanze nutrizionali sarà, però, molto più concentrata e per questo la quantità di frutta essiccata dovrà essere molto più ridotta: è importante non superare i 30 grammi al giorno.

In generale contiene la stessa quantità di sostanze della frutta fresca, ma in dimensioni leggermente ridotte per via dell’essiccazione. La vitamina C, ad esempio, si riduce notevolmente per via del processo di disidratazione, mentre rimangono elevati i livelli di sali minerali, vitamine e folati.

Oltre ad avere molte fibre, la frutta disidratata è considerata una delle migliori fonti di potassio e di fenoli. I polifenoli, nello specifico, agiscono positivamente sulla salute del cuore, proteggendolo da eventuali malattie cardiache.

La mela essiccata svolge un’azione diuretica e depurativa. Il consumo costante è indicato a chi soffre di artrosi, reumatismi, gottosi, calcoli urinari.

Aiuta ad espellere l’acido urico, l’urea e altri residui del metabolismo. Sia chi è sano sia chi è malato può trarre beneficio dall’uso quotidiano della regina della frutta.

Mangiare da due a tre mele al giorno per tre mesi, aiuta a combattere il colesterolo e a ridurre la pressione arteriosa. La mela è ideale per combattere le malattie croniche, le affezioni che colpiscono l’apparato respiratorio e digerente, rallenta il processo di invecchiamento, è tonificante, ed è l’alimento medicinale per eccellenza.