Secondo gli esperti meteo, l’anticiclone “gigantesco orso russo” presto potrebbe arrivare in Europa e anche l’Italia. Il nostro Paese, inoltre, è già alle prese con un abbassamento delle temperature e con una serie di perturbazioni che stanno provocando non pochi problemi.

Con il termine “orso russo” viene dunque indicato l’anticiclone russo-siberiano, una delle principali figure bariche che influenza gli inverni in Asia e in Europa. Si tratta di una vasta area di alta pressione che, per il momento, si trova tra i confini di Russia, Cina e Mongolia e presto potrebbe arrivare in Europa.

Come si può facilmente immaginare dal nome, l’orso russo porta con sé un drastico abbassamento delle temperature, elemento preoccupante alla luce della crisi energetica internazionale che stiamo vivendo.

Senza dimenticare, inoltre, le conseguenze che potrebbe avere sulla popolazione ucraina martoriata dalla guerra e praticamente senza corrente elettrica per riscaldarsi.

Temperature fino a -44 gradi nelle lande siberiane

Questa massa di aria fredda, che nelle lande siberiane diventa sempre più fredda a causa di un fenomeno noto come raffreddamento radiativo, potrebbe dunque abbattersi sull’Europa con la conseguenza di portare temperature glaciali.

Sulla Siberia centrale, in questo momento, si registrano temperature intorno ai -44 gradi.

Tuttavia, trattandosi di scenari meteorologici ancora in corso, è difficile dire se e quando il “grande orso russo” supererà i monti Urali per investire l’Europa.